Addio a Gianfranco Ferrè

Dopo il ricovero di venerdì mattina, si è spento uno dei protagonisti della moda e del made in Italy

Carica innovativa, studio sui materiali, rigore e fantasia: si può sintetizzare in queste parole la carriera di Gianfranco Ferrè, uno dei simboli del made in Italy scomparso ieri sera all’ospedale San Raffaele di Milano.

Nato a Legnano nel 1944 si era laureato in architettura ma si aveva manifestato subito la sua passione per il mondo della moda con la creazione di accessori innovativi e che lo portarono alla collaborazione con alcuni nomi già affermati.
Nascono negli anni Settanta le prime collezioni, la fondazione della società e della maison per una serie infinita di consensi che lo portarono al successo mondiale.
La moda con lui è diventata linguaggio, espressione di suggestioni ed equilibrio, tra sintesi di tradizione e innovazione, rigore e stile strutturato ed elegante.

L’ultima uscita è stata a febbraio al fianco della cantante Skin nella chiusura di una sfilata, mentre a marzo era stato nominato presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera. I funerali si terrano nella città natale di Legnano.

Avatar

Written by Redazione

Assisi Endurance Lifestyle

Golf, US Open: il Cobra colpisce ancora