7 disturbi dell’alimentazione di cui non si parla e che in pochi conoscono

chiaraprossimo
18/03/2022

I disturbi alimentari sono un problema che purtroppo tocca da vicino milioni di persone. Esistono ben 7 disturbi di cui nessuno parla e di cui in pochissimi ne sono a conoscenza.

7 disturbi dell’alimentazione di cui non si parla e che in pochi conoscono

Disturbi alimentari. E’ sempre un argomento molto delicato e spesso difficile da comprendere per chi non ne soffre. Ma in merito al numero in continua crescita, in Italia questi disturbi riguardano infatti più di tre milioni di persone, si sta cercando di sensibilizzare sempre più la popolazione. Sono tanti i messaggi lanciati anche sui social da personaggi del mondo dello spettacolo, che raccontano la propria esperienza per invitare a pensare in primis alla salute, come ha fatto Paola Turani.

disturbi alimentari che nessuno conosce

Ma non è sempre così facile dare i consigli giusti e stare vicino a chi soffre di disturbi dell’alimentazione. Anche perché spesso non si sa bene di cosa parla, dato il mondo immenso che c’è dietro a queste problematiche. Oltre infatti all’anoressia e la bulimia, che sono i nomi più sentiti, c’è ben altro. Ci sono dei disturbi alimentari di cui nessuno parla, ma che non sono affatto da sottovalutare. Vediamo quali sono e cosa comportano.

The Crown: la vera battaglia contro la bulimia della principessa Lady Diana

Il disturbo alimentare della Pregnoressia

E’ diffuso tra le donne in gravidanza che non vogliono aumentare di peso e che, per questo, si sottopongono ad allenamenti prolungati e a diete ipocaloriche. Un pericolo per la salute della donna ma anche per quella del feto. “Se una donna ha un proprio equilibrio, questa fase è vissuta positivamente, ma se ci sono già dei pregressi, eventuali situazioni non risolte e fragilità non affrontate possono emergere anche in questa forma” spiega l’esperta di disturbi alimentari Silvia Chiozzi.

Disturbi alimentari

Chewing e Spitting

E’ un comportamento alimentare alterato. Questa attività legata all’alimentazione disordinata consiste nel masticare cibo, solitamente piacevole e ricco di calorie, e sputarlo subito prima di ingerirlo. L’obiettivo di queste persone è gustare il sapore del cibo per non rinunciarvi, ma poi impedirne l’ingestione. E’ un comportamento che sta diventando sempre più diffuso dalle ragazze di giovanissima età che vogliono apparire “normali” mangiando liberamente, ma poi agiscono di nascosto. E’ un disturbo serio e grave tanto quanto le crisi bulimiche, l’abuso di lassativi o l’anoressia nervosa.

Ortoressia, disturbo dell’alimentazione ossessivo

L’ossessione per il mangiare sano. Inizia come una attenzione particolare alla tipologia di alimenti con i quali ci si nutre, quindi nasce come una buona abitudine. Ma poi tende a sfociare in una vera e propria fissazione. Il comportamento tipico di chi soffre di questo disturbo è l’eliminazione graduale dalla propria dieta di tutti gli alimenti ritenuti pericolosi per la salute, col risultato talvolta opposto però di eliminare anche quelli utili.

disturbi alimentari che pochi conoscono

Bigoressia

Letteralmente è una “fame di grossezza”. E’ il desiderio di possedere un corpo sempre più muscoloso. Si tratta di un disturbo caratterizzato dalla preoccupazione eccessiva per la propria massa muscolare accompagnata da componenti percettive, affettive e comportamentali che interferiscono con le attività quotidiane. Il disturbo viene anche definito “anoressia inversa” in quanto apparentemente i suoi sintomi sono opposti a quelli dell’anoressia nervosa.

Zoë Kravitz racconta come i genitori abbiano influito sui suoi disturbi alimentari

Il complicato disturbo alimentare del Picacismo

E’ un disturbo alimentare che spinge a mangiare cose non commestibili. Tra queste, terra, sassi, gomma, detersivi, capelli, carta. E’ una patologia rara su cui siano pochi dati certi e che non è ancora curata con terapie specifiche. Per i bambini di età inferiore ai due anni, questo comportamento è ritenuto normale, ben diverso quando si tratta di persona adulte. Solitamente ciò che viene ingerito da chi soffre di picacismo non provoca danni alla sua salute. Ma può causare complicanze come l’occlusione del tratto digerente o gravi infezioni.

Drunkoressia

Negli ultimi anni è stato dimostrata un’associazione tra l’abuso di alcolici e abitudini alimentari scorrette, non salutari. Questo disturbo alimentare diffuso principalmente tra i giovani è caratterizzato dall’attitudine di mangiare poco, arrivando anche a digiunare, per poter assumere forti quantità di alcolici. Questa tendenza è sempre più diffusa fra i giovani tra i 14 anni e i 18, in particolare fra le ragazze.

Arfid, il disturbo legato alla socialità

E’ un disturbo alimentare che fa sì che i soggetti mangino pochissimo o evitino alcuni alimenti. Queste persone non temono di ingrassare, hanno spesso problemi in contesti sociali, come mangiare di fronte al altre persone e dell’avere relazioni. Di solito, questo disturbo alimentare ha inizio durante l’infanzia, nei bambini che non sono interessati al cibo o a cui non piace la sensazione del cibo in bocca. E sfocia in un problema sempre più serio durante la crescita.