29 giugno 2016

Woolmark Prize 2016-2017, i vincitori europei

Tim Labenda (Germania), per la donna, Tonsure (Danimarca), per l'uomo

Woolmark Prize 2016-2017, i vincitori

Sono Tim Labenda dalla Germania e Tonsure, brand che fa capo ai designer Malte Flagstad e Adam El-Zayat Hjorth, dalla Danimarca i vincitori per l’Europa del Woolmark Prize 2016-2017.
A decretarlo è stata la giuria d’esperti, che ieri, 28 giugno, a Milano hanno premiato i migliori giovani talenti europei delle categorie womenswear e menswear.

Niente da fare quindi per i candidati italiani Giuseppe di Morabito, in lizza per la categoria prêt-à-porter femminile, e Luca Larenza, per quella maschile. Tim Labenda e Tonsure rappresenteranno il nostro continente alla finale internazionale nel 2017 del Woolmark Prize confrontandosi con i 12 finalisti selezionati in tutto il mondo.

“Il look presentato da Tim Labenda – ha detto Franca Sozzani premiando il vincitore – è estremamente glamour e caratterizzato da un deciso tratto distintivo. Il designer ha realizzato un look attuale, utilizzando la lana per creare una fake fur impreziosita con cristalli”.

Woolmark Prize 2016-2017, Tim Labenda

Originalità e design strong sono le caratteristiche principali del duo danese, come sottolineato da Neil Barrett durante la premiazione del Woolmark Prize 2016-2017 “Tonsure ha un grande potenziale all’interno del mercato del menswear contemporary. Hanno utilizzato la lana in maniera così intelligente e autentica da rendere la collezione desiderabile per un pubblico giovane, per esempio accostandola con il neoprene per i capi spalla”.

Woolmark Prize 2016-2017, Tonsure

Grazie alla vittoria della finale europea del Woolmark Prize 2016-2017, Tim Labenda e Tonsure riceveranno un contributo finanziario di 50mila dollari australiani utile per realizzare la capsule collection in lana merino che presenteranno in occasione della finale internazionale del premio.

“Sono così contento – ha detto emozionato Tim Labenda. – Ho sempre amato la lana Merino al punto da utilizzarla per ogni singola stagione, anche per l’estate. Sono un grandissimo fan della lana perchè è una fibra estremamente duttile che ti permette di realizzare ciò che vuoi”. E grande entusiasmo si percepisce anche nelle parole di Flagstad e El-Zayat Hjorth “Siamo molto felici. È estremamente emozionante far parte della finale e rappresentare l’Europa. La vittoria di questo premio regionale ci aiuterà a concretizzare i prossimi step. Noi abbiamo sempre utilizzato la lana e non potremmo immaginare una collezione senza questa fibra”.

Ricordiamo che in palio per la finalissima ci sono 100mila dollari australiani e l’opportunità di vedere la propria collezione in vendita presso i più importanti retailer al mondo, un bello stimolo per Tim Labenda e Tonsure, vincitori della finale europea che si sono distinti per il talento e la creatività, due ottimi punti di partenza per giocarsi l’International Woolmark Prize 2016-2017.

Per sapere il vincitore dell’International Woolmark Prize 2016-2017 categoria prêt-à-porter maschile bisognerà aspettare la London Collections: Men di gennaio 2017, mentre quella per la categoria donna si terrà a Parigi in marzo a lato della fashion week.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.