Luxgallery > Gusto > LuxFood > Wine Spectator 2015

Wine Spectator 2015

Nella Top 10 vincono gli americani. Spazio anche a 2 italiani

Peter-Michael-winery-california-wine-spectator-2015_01

C’è voluta una settimana per scoprire la Top 10 dei migliori vini al mondo secondo Wine Spectator.

La più attesa classifica del vino mondiale negli scorsi giorni ha anticipato i migliori 10 alla spicciolata, vale a dire due al giorno fino a oggi, 13 novembre in cui è stato svelato il primo della lista.

Per la celebre rivista di settore a meritarsi il titolo di miglior vino al mondo per il 2015 è il Peter Michael, Cabernet Sauvignon Oakville Au Paradis 2012, seguito da altri due vini made in USA il Quilceda Creek un Cabernet Sauvignon del 2012 e Evening Land un Pinot Noir sempre del 2012.

E se nella Top 10 di Wine Spectator 2015 troviamo etichette provenienti dagli Stati Uniti, e precisamente da Washington, Oregon e due dalla California, compreso il vincitore, Spagna, Nuova Zelanda, Francia e Sud Africa ecco che anche l’Italia si merita un posto in primo piano con ben 2 vini tra i primi 10.

Il Poggione - Brunello di Montalcino 2010 (Italia) - Wine Spectator 2015

Se lo scorso anno al sesto posto della prestigiosa classifica era stato nominato il Chianti Classico San Lorenzo Gran Selezione 2010 di Castello di Ama, ecco che gli esperti della Wine Spectator 2015 hanno assegnato la quarta posizione, con il punteggio di 95/100, a un Brunello di Montalcino del 2010 de Il Poggione e  l’ottava posizione, con il punteggio di 95/100, a Vaio Armaron Serego Alighieri 2008, un Amarone Classico dell’azienda Masi Agricola, prodotto emblematico della Valpolicella, che verrà ricordata come  la prima etichetta veneta ad entrare nella prestigiosa Top 10.

“È la prima volta che un vino Veneto entra nell’olimpo dei migliori dei 10 migliori al mondo – ha commentato infatti il presidente di Masi Agricola, Sandro Boscaini -. È la dimostrazione del valore potenziale del nostro territorio e del suo vino più storico e rappresentativo: un prodotto unico troppo spesso svilito da politiche di produzione – o meglio, di sovrapproduzione – e di commercializzazione orientate verso il basso. Questo traguardo conferma come la nostra terra sia naturalmente vocata all’alta qualità che non ammette compromessi”.

Masi - Amarone della Valpolicella Classico Serègo Alighieri Vaio Amaron 2008 (Italia) - Wine Spectator 2015

In attesa di lunedì 16 novembre 2015 quando Wine Spectator svelerà la lista completa, i 100 migliori vini al mondo, scopriamo la Top 10 2015.

Top ten 2015 secondo Wine Spectator:
1 – Peter Michael – Cabernet Sauvignon Oakville Au Paradis 2012 (California)
2 – Quilceda Creek – Cabernet Sauvignon Columbia Valley 2012 (Washington)
3 – Evening Land – Pinot Noir Eola-Amity Hills Seven Springs Vineyard La Source 2012 (Oregon)
4 – Il Poggione – Brunello di Montalcino 2010 (Italia)
5 – Mount Eden Vineyards – Chardonnay Santa Cruz Mountains 2012 (California)
6 – Bodegas Aalto – Ribera del Duero 2012 (Spagna)
7 – Escarpment – Pinot Noir Martinborough Kupe Single Vineyard 2013 (Nuova Zelanda)
8 – Masi – Amarone della Valpolicella Classico Serègo Alighieri Vaio Amaron 2008 (Italia)
9 – Clos Fourtet – St.-Emilion 2012 (Francia)
10 – Klein Constantia – Vin de Constance 2009 (Sud Africa)

www.winespectator.com