Luxgallery > Arte e cultura > Mostre e Gallerie > Wildlife Photographer of the Year: al Forte di Bard fino al 10 giugno 2018 l’esposizione fotografia naturalistica

Wildlife Photographer of the Year: al Forte di Bard fino al 10 giugno 2018 l’esposizione fotografia naturalistica

Wildlife Photographer of the Year: al Forte di Bard fino al 10 giugno 2018 l'esposizione fotografia naturalistica per il nono anno consecutivo

Il Forte di Bard dal 16 febbraio al 10 giugno 2018 ospita anteprima italiana della 53esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, il più importante riconoscimento dedicato alla fotografia naturalistica promosso dal Natural History Museum di Londra. La location, un complesso fortificato fatto riedificare nel XIX secolo da Casa Savoia sulla rocca che sovrasta il borgo di Bard, in Valle d’Aosta, accoglie l’importante esposizione per il nono anno consecutivo. Trattasi della prima tappa del tour italiano della mostra che ogni anno premia gli scatti più belli del mondo animale e vegetale. E’ il fotografo sudafricano Brent Stirton, con lo scatto “Memorial to a species” (Monumento alla specie) che ritrae un rinoceronte appena colpito e mutilato del suo corno all’interno del Parco Hluhluwe Imfolozi, ad aver vinto la 53esima edizione del concorso Wildlife Photographer of the Year.

Cento foto realizzate nell’arco del 2017 racconteranno la natura in tutti i suoi aspetti e declinazioni, catturando dettagli affascinanti e paesaggi mozzafiato che i visitatori potranno scoprire in anteprima assoluta come in un viaggio attraverso i luoghi più straordinari della terra. Giunto alla 53esima edizione, il premio istituito dal Natural History Museum di Londra premia la miglior foto naturalistica dell’anno. L’evento italiano si svolgerà dal 16 febbraio al 10 giugno. Per info Tel. 0125 833811 – E-mail: info@fortedibard.it – Sito Internet: http://www.fortedibard.it.

L’anteprima italiana offre un percorso fra le foto vincitrici delle 16 categorie del Wildlife Photographer of the Year, che mostrano la natura e la biodiversità che va dalle piante, agli animali ritratti in svariati habitat. Fra i fotografi premiati ci sono anche cinque italiani: Stefano Unterthiner, finalista nelle categorie The Wildlife Photojournalist Award: Story e Urban Wildlife; Ekaterina Bee, vincitrice nella categoria 10 Years and under; Marco Urso, finalista nella categoria Behaviour, Hugo Wasserman, finalista nella categoria Urban Wildlife e, infine, Angiolo Manetti, finalista nella categoria Earth’s Environments.