11 aprile 2016

Vinitaly 2016: Sting a Operawine e Cracco alla cena inaugurale

Per una 50esima edizione votata all'eccellenza

Vinitaly 2016 – Operawine “Finest Italian Wines 100 Great Producers”

La cinquantesima edizione di Vinitaly ha preso il via e fino a mercoledì 13 aprile animerà i padiglioni di Veronafiere, con le migliori proposte e novità in fatto di vini e distillati, 55mila operatori provenienti da 141 nazioni, e la città di Verona con un ricchissimo calendario di Vinitaly and the City 2016.

Ed è stato proprio il Fuori Salone a dare il via alle attività di questa 50esima edizione di Vinitaly lo scorso venerdì 8 aprile. E se al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è toccato il compito di inaugurare ufficialmente la fiera nella mattinata di domenica ecco che sabato 9 aprile l’evento targato Operawine e dedicato alle 101 le aziende italiane selezionate da Wine Spectator ha dato il via ai lavori, votati come sempre all’eccellenza.

Giunto alla quinta edizione, protagonisti dell’evento Operawine “Finest Italian Wines 100 Great Producers”, andato in scena nei saloni del Palazzo della Gran Guardia a Verona, sono stati i 101 migliori produttori di vini italiani selezionati dalla prestigiosa pubblicazione americana Wine Spectator, la Guida Michelin del vino per intenderci, e presentati in un’anteprima senza eguali.

“E’ importantissimo che si confermi questo appuntamento con i nostri 100 migliori vini” ha detto il ministro per le Politiche agricole, Maurizio Martina, durante il suo intervento alla conferenza stampa. “Operawine rappresenta un volano per l’export; è l’unico evento organizzato fuori dagli Stati Uniti dalla rivista specializzata americana… . E’ un’occasione unica credo che in questi cinque anni abbiamo confermato proprio la validità dello strumento che si realizza oggi e penso che questa grande frontiera dell’internazionalizzazione, dell’export, come abbiamo visto in questi anni, sia una chiave formidabile”.

Nella Top 100 dei migliori vini italiani chiude prima in classifica la Toscana con 29 etichette seguita da Piemonte (15) e Veneto (13). E proprio tra i vini della Toscana ha fatto capolino nella Operawine “Finest Italian Wines 100 Great Producers” Sister moon della Tenuta Il Palagio, azienda agricola di proprietà di Sting che ha chiuso l’evento con una performance live.

Sting @ Vinitaly 2016 - Operawine "Finest Italian Wines 100 Great Producers"

Come di consueto, al termine della presentazione e della speciale degustazione Operawine “Finest Italian Wines 100 Great Producers” è seguita la cena di Gala di Vinitaly, che nell’anno della cinquantesima edizione della kermesse si è tenuta in una location davvero speciale: all’interno dell’Arena di Verona.

Durante la serata, in cui è stato chiamato niente meno che lo Chef Carlo Cracco a curare il menù per gli invitati, sono stati consegnati il Premio Internazionale Vinitaly, che per l’Italia è andato all’enologo Giacomo Tachis (ad memoriam) e a Sergio Masiero, già segretario generale di Veronafiere mentre per l’estero è andato all’azienda francese Zind-Humbrecht. Infine il giornalista Joe Wadsack ha ricevuto invece il riconoscimento Communicator of the Year 2016.

Inaugurazione Vinitaly 2016 @ Arena di Verona

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.