19 marzo 2015

Villa di Piazzano a Cortona

Con l’arrivo della primavera riapre la splendida residenza d’epoca toscana

Villa di Piazzano a Cortona

Riaprirà le porte in occasione dell’arrivo della primavera la meravigliosa Villa di Piazzano, a pochi chilometri da Cortona: dal 15 al 31 marzo sarà agibile la Limonaia, mentre dall’1 aprile fino a novembre la dimora storica – definita residenza d’epoca in quanto risalente al 1464, tra le più belle della Toscana – sarà a disposizione degli ospiti che vorranno soggiornarvi per periodi sia brevi che lunghi.

All’inizio, in questo angolo dell’Italia più verde, c’era soltanto una struttura fatiscente rimasta abbandonata per un lungo periodo: essa riprese magicamente vita quando capitò quasi per caso nel 1999 sotto gli occhi della famiglia Wimpole, proveniente dalla lontana Australia.
Il padre dell’attuale proprietaria Alessandra lavorava da giovane per il Ministero dell’Immigrazione australiano, così – tra un viaggio e l’altro – gli capitò di incontrare la donna della sua vita in un albergo a Roma e di non voler più tornare indietro. Una scelta coraggiosa, dal momento che ciò che lasciava in Australia non era affatto poco: la sua era infatti una famiglia tra le più celebri del continente, tanto che uno degli avi fu tra i primi avventurieri durante il periodo della scoperta dell’oro, nonché Sindaco di Melbourne. Per qualche anno il padre di Alessandra seguì la carriera diplomatica portandosi dietro la famiglia nei luoghi più disparati, dalla Svezia agli Stati Uniti, fino a quando decisero insieme di cambiare drasticamente vita e di realizzare una dimora di lusso aperta al pubblico nella campagna Toscana.

Era il 1999 e l’edificio all’epoca era infestato dai pipistrelli, coperto di ragnatele: “sembrava la villa dei fantasmi – racconta in un brillante sorriso Alessandra Wimpole, elegante e graziosa seduta negli ampi sofà del pianterreno – tuttavia in essa gli Wimpole riuscirono a vedere con l’immaginazione che cosa sarebbe potuta diventare, in parte restaurando a fondo alcune zone, in parte lasciando intatta la struttura originaria”.

Il punto forte della residenza d’epoca Villa di Piazzano sta nell’artigianato locale di alta qualità con il quale è stata arredata, volendo mantenere quel lustro che già nell’antichità i Medici le aveva concesso prendendola sotto la propria protezione durante il Rinascimento italiano.

Oggi, oltre alla bellezza di soggiornare in una dimora che offre un’ampia piscina nel verde di un parco di svariati ettari, con fiori e labirinti di siepi – si accede, tra l’altro, attraverso un lungo viale alberato che sembra accompagnare il visitatore dentro un regno fatato – c’è la possibilità di conoscere più a fondo la realtà nella quale ci si trova a soggiornare grazie alle collaborazioni che la Villa mantiene con i più autorevoli artigiani locali.

È il caso, ad esempio, delle visite guidate all’interno delle aziende che producono cashmere, o del sodalizio con Del Brenna Jewelery & Lifestyle, artigiani di gioielli tra i più apprezzati al mondo. Agli ospiti viene data la possibilità di visitare il laboratorio e di scegliere in maniera personalizzata il proprio acquisto, intanto che si viene allietati con degustazioni e champagne bagnato nella polvere d’oro.

Non mancano, infine, i corsi di cucina e le altre attività in azienda, legate ai fiori rari del parco o alle iniziative enogastronomiche nella quattrocentesca cantina.

Chiara Giacobelli e Alessandra Wimpole - Villa di Piazzano a Cortona

Villa di Piazzano
Località Piazzano 6 - 52044 Cortona
Tel. +39 0575 1743048
info@villadipiazzano.com
www.villadipiazzano.com

Chiara Giacobelli

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.