Luxgallery > Home slider > Venezia, Palazzo Donà Giovannelli diventa un hotel di lusso: l’inaugurazione nel 2020

Venezia, Palazzo Donà Giovannelli diventa un hotel di lusso: l’inaugurazione nel 2020

Venezia è senza dubbio una delle città italiane più visitate al mondo, una calamita che ogni anno accoglie decine di turisti e in qualsiasi stagione. Il suo fascino senza tempo, le peculiarità architettoniche, il romanticismo che la caratterizza ne hanno fatto uno dei punti di forza del Belpaese. Una vera ricchezza.

Per questo, investire nella città della laguna si rivela una scelta azzeccata. E bisogna avere anche parecchia fantasia, oltre che denaro e spirito di iniziativa. Il Gruppo Barletta ha acquistato in queste ore una delle strutture più magnifiche di Venezia. Un affare che vale milioni di euro. Palazzo Donà Giovannelli diventerà un hotel di lusso, il quale sarà gestito dal marchio Rosewood Hotels & Resort, che ha all’attivo 24 proprietà di lusso in 15 Paesi e 20 hotel in fase di sviluppo. In Italia è già presente a Castiglion del Bosco in Toscana.

Palazzo Donà Giovannelli è stato realizzato a metà del 1400 da Filippo Calendario (lo stesso architetto di Palazzo Ducale) e da allora ha subito due ristrutturazioni. La prima è avvenuta nel 1800 ed è stata fatta da Giovanni  Battista Meduna, la seconda a metà del Ventesimo secolo. Fa strano pensare che tra qualche mese ospiterà i turisti più facoltosi che sceglieranno di fare tappa a Venezia. Situato nel quartiere di Cannaregio gode di una rarità per la città veneta: ha giardini e cortili interni. Senza contare che si trova a pochi passi da piazza San Marco, vero centro propulsore di Venezia. Si chiamerà Rosewood Venice, verrà inaugurato nel 2020 e, oltre a essere la seconda proprietà italiana del marchio extra lusso, sarà l’ottava in Europa.

Secondo quanto confermato dal marchio Rosewood Hotels & Resort l’albergo, l’edificio godrà di cinquanta stanze tra camere e suite con vista sull’acqua. Inclusi nel progetto due ristoranti esclusivi e un piano bar. Punto di forza la Spa, che ha reso il colosso alberghiero famoso in tutto il mondo. Non mancheranno poi il centro fitness, la sala congressi e una più piccola di rappresentanza. L’ingresso principale si trova sul Rio Noale, ma come dicevamo la struttura stessa è già predisposta affinché gli ospiti trascorrano i propri momenti di relax nei cortili privati interni del palazzo. Secondo i rumors le prossime città che vedranno l’apertura di un nuovo edificio della Rosewood Hotels & Resort saranno prima Londra, poi Vienna.