14 novembre 2014

Uno yacht di lusso per Bocelli

Firmato Gamma Yachts

Uno yacht di lusso per Bocelli

Il 2015 si prospetta un anno ricco di impegni per Andrea Bocelli.

Il tenore italiano oltre ad essere impegnato nel suo tour che lo porterà nei primi mesi dell’anno a Riga, Kaunas, Helsinki fino ad arrivare a Hollywood, sarà anche la voce di Expo 2015: “La Forza del Sorriso” è la canzone che l’artista eseguirà il 30 aprile prossimo in occasione dell’inaugrazione dell’Esposizione Universale di Milano.

Il Maestro potrà recuperare le forze in estate a bordo del nuovo yacht di lusso M/Y Libertas, acquistato presso i cantieri Gamma Yachts.

Costruita e progettata in Olanda, la prestigiosa imbarcazione combina la precisione e le capacità tecniche tipiche degli olandesi, con arredi e materiali per interni di prima classe made in italy.

M/Y Libertas

“Anche se la soglia tradizionale per un superyacht parte dai 30 metri di lunghezza, – afferma Guido Bonandrini, CEO di Gamma Yachts - il livello di personalizzazione possibile per il proprietario di un Gamma 20 è molto più vicino a quello di un superyacht rispetto ad una qualsiasi altra imbarcazione in questo range di grandezza. Gli elementi che identificano ogni Gamma 20  sono la forma dello scafo e della sovrastruttura; quasi tutti gli altri aspetti possono essere adattati ai gusti del cliente, proprio come ci si aspetterebbe da uno yacht di una taglia superiore. Le maggiori variazioni apportate in ciascuna delle imbarcazioni consegnate finora, riguardano in particolare il fly bridge esterno. Anche il proprietario del M/Y Libertas, il celebre cantante lirico Andrea Bocelli, è intervenuto nella personalizzazione del proprio yacht; ancor di più rispetto ai precedenti clienti del Gamma 20”.

Per l’esterno di questo yacht, Bocelli ha specificatamente richiesto di posizionare un tavolo ed un divano di fronte alla timoneria per offrire ai propri ospiti una vera e propria immersione nell’ambiente circostante, soprattutto in navigazione. E’ presente anche un trampolino realizzato su misura sul prolungamento del fly bridge per tuffarsi dal punto più alto dello yacht; mentre lo scafo è stato dipinto di un colore blu elettrico metallizzato molto accattivante. Il deck è in teak, come da standard, e a poppa c’è una piattaforma idraulica opzionale che si abbassa in acqua.

M/Y Libertas

L’aggiunta di una quarta cabina in questo yacht offre sistemazione per 9 ospiti, mentre l’ampliamento delle finestre nella cabina armatoriale consentono di aumentare l’ingresso della luce e la veduta dell’esterno. Il doppio vetro isola l’interno, permettendo di utilizzare il pianoforte e le attrezzature di registrazione nel salone principale.

Per le finiture interne il proprietario ha scelto pannelli di rovere satinato con pavimenti in rovere naturale. La cucina è in Parapan bianco e il pavimento è un parquet in rovere tinto grigio.

Ecco le parole del cantante lirico: “amo il modo in cui lo spazio è stato organizzato per far si che la nostra grande famiglia allargata possa stare insieme, godendo della vicinanza e dell’intimità, ma allo stesso tempo nel rispetto della privacy di tutti.  Uno yacht deve soddisfare precise esigenze ed essere in grado di farci sentire a nostro agio; deve rispettare – ed esprimere sia architettonicamente sia tecnicamente – le stesse priorità di coloro che ci vivono. Intimità, materiali caldi, sicurezza, bassi livelli di rumorosità e comfort: queste erano le mie esigenze, e sono state completamente soddisfatte. Avevo bisogno di una barca solida, sicura e confortevole, e sono molto soddisfatto della mia scelta di un Gamma 20”.

Andrea Bocelli per Expo 2015

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.