31 marzo 2015

Tidal, Jay Z sfida Spotify

La nuova piattaforma per la musica in streaming

Madonna, Kanye West e Jay-Z alla presentazione di Tidal

Ieri, con un evento esclusivo a New York, a cui hanno partecipato alcune delle più grandi star della musica, è stato presentato Tidal, la nuova piattaforma di streaming musicale acquistata per 56 milioni di dollari dalla casa madre Aspiro da Jay Z.

Durante la conferenza stampa, il rapper e imprenditore ha radunato una serie di colleghi che, oltre a prestare il loro volto al servizio, ne sono anche soci: Beyoncé, Rihanna, Kanye West, Jack White, Arcade Fire, Usher, Nicki Minaj, Coldplay, Alicia Keys, Calvin Harris, Daft Punk, deadmau5, Jason Aldean, J. Cole e Madonna.

Stando a quanto riportato da Billboard, ogni artista ha accettato una quota del 3% di proprietà della compagnia in cambio dell’esclusiva su alcune loro uscite e materiali.

Rihanna Alicia Keys Madonna e Beyonce alla presentazione di Tidal

La strategia che ha in mente Jay Z, punta proprio a incoraggiare gli artisti a fare pressione sulle loro etichette discografiche per fornire in anteprima le nuove uscite a Tidal in modo da poter fornire un servizio esclusivo rispetto ai concorrenti Deezer e Google Play, ma soprattutto il colosso della musica sul web, Spotify.

Va ricordato però che Tidal non è gratuito, e offre due tipi di abbonamento: audio di alta qualità a 19,99 dollari al mese e qualità audio standard a 9,99 dollari al mese.

Il sostegno alla nuova piattaforma arriva anche da Twitter: molti artisti, tra cui anche Taylor Swift, hanno modificato la propria immagine profilo con una foto azzurra, come il logo di Tidal e l’hashtag #TIDALforALL.

Tutte le star alla presentazione di Tidal

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.