29 settembre 2015

The Great Gatsby, party al Borghese Palace Art Hotel di Firenze

Musica, lusso anni ’30 e divertimento by Win Effect

Alessandra Flora con Elisa Bonafede del Niji e un’amica

Tutto è nato da un’idea di Alessandra Flora, un’imprenditrice con l’intuito per le cose belle e la passione per la musica. È stata lei a volere, all’interno di un ciclo di feste iniziate già qualche mese fa, il party più chic e divertente di tutti per festeggiare i suoi quarant’anni, e per realizzarlo non può che aver chiesto la collaborazione di Giorgio Winspeare e del suo marchio Win Effect, da tutti considerato il Re delle feste mondane in Italia. Così, è nata “The Great Gatsby”, una serata a tema anni Trenta che si è svolta all’interno del Borghese Palace Art Hotel di via Ghibellina a Firenze, di cui Alessandra è proprietaria; nello specifico, la festa si è tenuta negli spazi de Il Borghesino, il nuovo bar lanciato all’insegna delle Bollicine Ferrari e per l’occasione gestito in collaborazione con un’altra realtà tra le più celebri d’Italia: il Niji Cafè di Trastevere, da poco definito da un apprezzato blog americano come uno dei bar assolutamente da visitare nel mondo almeno una volta nella vita.
Dunque, una join venture tra tre eccellenze del Paese nell’ambito del divertimento, dell’accoglienza e anche della musica per creare una delle più belle feste a tema mai pensate e messe a punto finora, andata in scena questo fine settimana tra ospiti d’eccezione come Giovanni Caccamo, la dj Madame Betty, il recente vincitore di Amici Virginio Simonelli, avvocati, imprenditori, artisti, alcuni cantautori già visti a Sanremo e, a gestire la parte sonora, il noto dj Manuel Rotondo. Insomma, una serata indimenticabile a cui Luxgallery è stato invitato, come un vero Vip che si rispetti.
Nonostante Alessandra Flora sia una ragazza molto schiva e intervistarla appaia pressoché impossibile, con noi si è lasciata andare a qualche rivelazione. Ecco la breve intervista che siamo riusciti a estrapolarle.

Hai scelto una festa stile anni Trenta e l’hai realizzata alla perfezione. Come mai questa idea?
“Ho pensato di inserirla all’interno di un percorso di party mondani che negli ultimi mesi abbiamo fatto qui in hotel. I temi precedenti sono stati il circo, il proibizionismo, il film Eyes Wide Shut e adesso ho voluto dar vita a qualcosa che si ispirasse a una mia grande passione: The Great Gatsby, con cui intendo innanzitutto il romanzo di Fitzgerald che io adoro (in realtà sono una divoratrice di libri, ad essi dedico gran parte del mio tempo libero!), e poi i due film realizzati in merito, i quali mi sono entrambi piaciuti moltissimo. Così, grazie all’aiuto di Giorgio Winspeare di Win Effect che è sempre il numero uno, ci siamo lanciati in questa impresa e siamo molto felici del risultato: la gente è accorsa a fiumi e sembrava davvero di essere tornati indietro nel tempo!”

Il tuo primo mestiere è quello di imprenditrice, vero?
“Sì, possiedo il Borghese Palace Art Hotel che ho aperto nel 2006, con 25 camere e uno stile dove ogni singolo pezzo di arredamento e design è curato nel dettaglio. Qui dentro tutto quello che gli ospiti trovano proviene da una lavorazione artigianale su misura che intende riscoprire gli anni passati in chiave moderna. Proprio ora stiamo inaugurando Il Borghesino, una zona bar interamente dedicata alla collaborazione con le Bollicine Ferrari. Inoltre, in questo spazio vengono anche allestite mostre temporanee di artisti che io stessa scelgo provenienti da tutto il mondo: ad esempio, in questo momento c’è un’esposizione Pop Art della lionese Nokat. Insomma, la formula vincente di questo hotel è la fusione tra musica, design, stile, architettura, artigianalità ed eccellenza sotto ogni profilo”

Sei però conosciuta anche per un altro aspetto che tendi a svelare poco…
“Vero, la mia passione per la musica. Pur essendo autodidatta, suono il pianoforte (non è un caso se ce n’è uno a coda proprio all’ingresso) e compongo le musiche per molti importanti cantautori italiani. Sono sotto contratto con la Sony da anni e ho collaborato con Gianni Morandi, Malika Ayane per la sua ultima canzone presentata a Sanremo Adesso e qui (nostalgico presente), Giovanni Caccamo, Nina Zilli, Noemi, Raf e tanti altri. Insieme ai libri, questa è la mia seconda grande passione e negli anni mi ha portato a vivere fino in fondo il meraviglioso mondo della musica italiana”.Chiara Giacobelli per Luxgallery vestita da Arianna Sartoria Teatrale

Borghese Palace Art Hotel
Via Ghibellina, 174/r
50122 Firenze
Tel: 055 284363
Web: www.borghesepalacehotel.com

Win Effect Firenze
Web: www.wineffectfirenze.it

Photo Credit
Andrea Minnella Studio Fotografico Firenze
Web: www.andreaminnella.it

Chiara Giacobelli è vestita da:
Arianna Sartoria Teatrale
Web: www.ariannasartoria.com

Chiara Giacobelli

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.