Luxgallery > Abitare > HIGH TECH > Telefonini preistorici e vecchi cellulari: ecco quelli che oggi valgono una fortuna

Telefonini preistorici e vecchi cellulari: ecco quelli che oggi valgono una fortuna

Avete conservato il vostro vecchio cellulare? Beh, una saggia decisione! Alcuni modelli potrebbero, infatti, valere oggi una fortuna ...

Oggi siamo abituati a smartphones che fanno praticamente di tutto: le numerose app, infatti, ci accompagnano in ogni gesto quotidiano, anche quello più banale, rendendo forse alcuni di noi, addirittura, schiavi della tecnologia. Difficile, se non impossibile, secondo alcuni sondaggi, per alcuni adolescenti  fare a meno del proprio cellulare. Eppure, prima che Apple e Samsung facessero il loro ingresso nel mercato italiano e straniero, altre marche erano padrone indiscusse, come Nokia o Alcatel solo per citarne alcune. Beh, vi stupirà sapere che alcuni di quei telefoni preistorici oggi potrebbero valere una vera fortuna. Perciò se avete il cassetto pieno di vecchi cimeli e vecchi cellulari apritelo e preparatevi a «diventare ricchi». Aver conservato il caro telefonino dell’inizio 2000 potrebbe esser stata, infatti, un’ottima idea!

Visto che Apple, il colosso della telefonia e di altri dispositivi elettronici, è stato già nominato, tanto vale partire da lui. Chi possiede, infatti, un iPhone 2G (parliamo grossomodo del 2007), può ritenersi discretamente fortunato: ad oggi questo modello vale quasi 200 euro per i collezionisti appassionati del genio Steve Jobs. In perfette condizioni, il prezzo può lievitare notevolmente e superare i 1000 euro. Su questa stessa cifra si aggira il Motorola DynaTAC 8000x. Parliamo di un telefonino davvero d’altri tempi. Brevettato quasi 35 anni fa, nel lontano 1984, questo modello, che pesava quasi un kg, è a tutti gli effetti il primo telefono portatile della storia. Sempre 1000 euro vale Mobira Senator, il primo phone“portatile” targato Nokia. Ed è proprio su quest’ultimo marco, leader indiscusso del decennio scorso che è bene indugiare.

Il famoso, quanto indistruttibile, Nokia 3310, che vantava Snake e sfondi in bianco e nero, che facevano sentire davvero fichi chi li possedeva, è oro per i collezionisti. Stando a quanto diffuso in rete, infatti, un modello in buone condizioni può valere anche 130 euro, mentre uno usato tra i 30 e 40 euro. Insomma non moltissimo, ma nemmeno poco. Il Nokia 8810, uscito nel 1998, che si caratterizzava per il suo design compatto, frutterebbe 100 euro. Chiudiamo con il Motorola RazrV3, un must del 2004. La linea di produzione di questo telefono, con display a colori, ha oggi un valore di circa 150 euro.