18 febbraio 2016

Stella McCartney si da all’uomo

Tutto pronto per il debutto nel menswear

Stella McCartney – moda uomo

Se Balmain si prepara a lanciare la linea Kids, Stella McCartney sta lavorando alla sua prima linea menswear.

Secondo le prime indiscrezioni, la designer inglese, che sarà protagonista dell’imminente Parigi Fashion Week con la collezione moda donna autunno inverno 2016-2017, sarebbe già al lavoro per preparare la sua prima collezione uomo per la primavera estate 2017.

Punto di riferimento per la moda ecosostenibile, Stella McCartney, oltre a collaborare con Adidas, ha all’attivo il ready-to-wear donna, calzature, underwear e accessori femminili ai quali si aggiunge anche una linea Kids, l’eyewear, donna e bambino, e i profumi di lusso, in partnership con Coty.

Con l’entrata nel mondo della moda uomo, dunque, la stilista, che con il suo brand fa parte di Kering Group, completerebbe la sua offerta andando certamente  a incrementare il suo già più che positivo bilancio.

I canoni di stile che da sempre caratterizzano le collezioni di Stella McCartney ben si sposano anche con la moda uomo. Tagli sartoriali, linee morbide e capi che uniscono al glamour la portabilità e il comfort. A tutto questo va aggiunta la ricercatezza dei materiali.

Per il debutto della collezione maschile di Stella McCartney pare che la stilista abbia scelto Parigi come location anche se i dettagli verranno resi noti solo fra qualche mese.

Insomma ben presto Sir Paul McCartney potrà indossare i vestiti della sua stilista preferita: sua figlia.

Stella McCartney e Paul McCartney

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.