Luxgallery > Fashion > Abbigliamento > Moda Donna > Settimana della Moda 2017: impegno e provocazione sociale da Ferretti a Grinko

Settimana della Moda 2017: impegno e provocazione sociale da Ferretti a Grinko

Settimana della Moda 2017: impegno e provocazione sociale da Ferretti a Grinko

settimana della moda milano 2017

Una settimana della moda 2017 che si è aperta con il botto: dopo le frasi politicizzate che hanno spadroneggiato durante la NYFW è tempo di portare l’impegno sociale sulle passerelle di Milano. I primi a far sentire la propria voce sono stati il russo Grinko e l’italiana Alberta Ferretti. 

Sergei Grinko ha sfilato al termine della presentazione della sua collezione insieme al compagno Filippo Cocchetti con in braccio le loro neonate gemelline: Emma e Sophia nate a novembre 2016 in seguito a una fecondazione eterologa ed ora figlie a tutti gli effetti della coppia.

Non soltanto la celebrazione del diritto all’amore e alla famiglia, in ogni sua declinazione. Alberta Ferretti fa passare forte e chiaro una altro messaggio “C’è spazio per tutti e nessun arrivo ruba nulla a qualcun altro”.  Per questo motivo specifico ha portato in passerella la splendida modella Halima Aden, somalo americana nata in un campo profughi in Kenya e ora residente in Minnesota. La giovane ha sfilato con l’hijab: copricapo che usano le donne della sua religione musulmana. “Sono onorata di queste due uscite sulla passerella di Alberta Ferretti. I look che ha scelto per me mi fanno sentire forte. Sono la versione più autentica di me stessa e di quello che voglio rappresentare. Voglio trasmettere un messaggio positivo che ha come tema la bellezza e la diversità” queste le dichiarazioni della giovane.

 

 

Photo Instagram @grinko_milan