22 giugno 2015

Royal Ascot 2015, cavalli e cappelli

I look della Regina

La Elisabetta Elisabetta II a Royal Ascot 2015

Giugno, mese di grandi appuntamenti sportivi oltremanica.

In attesa che i numeri uno del tennis mondiale si sfidino sui campi erbosi di Wimbledon, dal 16 al 20 giugno il Regno Unito ha ospitato il Royal Ascot, il torneo ippico tra i più importanti e trendy al mondo.

Migliaia di spettatori hanno seguito le cinque intense giornate di gare, con sei corse a giornata, scegliendo con un occhio di riguardo l’accessorio must dell’evento: il cappello.

Prima di passare ai risvolti più fashion della manifestazione, vediamo quali sono i risultati sportivi che lascia in eredità l’edizione 2015 del Royal Ascot.

Se le prime tre giornate di gara sono state dominate da Ryan Moore che ha battuto il record di 8 vittorie, nel fine settimana gli occhi di tutti sono stati per il fantino italiano Frankie Dettori che ha superato il traguardo delle 50 vittorie in questo torneo.

Ma eccoci alla sfilata di outfit bon ton che hanno fatto da cornice al prestigioso appuntamento ippico.
Tra gli ospiti più ammirati, come di consueto, Her Majesty, che da tradizione ha raggiunto l’anello dell’ippodromo in carrozza accompagnata dal marito o da altri membri della royal family, come la nuora Camilla e i nipoti, Harry, Eugenie e Beatrice.

Sua Maestà ha puntato sul fucsia per la prima giornata di corse, durante la quale ha inaugurato la statua del leggendario cavallo da corsa Frankel. La scultura in bronzo è stata realizzata dall’artista Mark Coreth.

Per il secondo giorno, la Regina Elisabetta ha optato per un abito bluette per passare al verde acqua, al giallo e al salomone nelle sue altre apparizioni al torneo.

Ecco nella gallery, le mise di Sua Altezza e i copricapi più stravaganti avvistati al Royal Ascot 2015.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.