Luxgallery > Tempo Libero > Eventi > Roma, “The Japanese House”: il MAXXI racconta la casa in Giappone

Roma, “The Japanese House”: il MAXXI racconta la casa in Giappone

Mostre, al MAXXI di Roma arriva "The Japanese House": il tema della casa nell'architettura e nella società giapponese

The-Japanese-House-Maxxi-Roma

“The Japanese House” si inserisce nel ricco programma di mostre organizzate a Roma in questo Novembre 2016. Allestita al MAXXI, l’esposizione intende raccontare la centralità del tema della casa nell’architettura e nella società giapponese attraverso il lavoro di archistar come Kenzo Tange, Toyo Ito, Kazuyo Sejima e Shigeru Ban ma anche quello dei loro maestri e di giovani promettenti progettisti. Visitabile sino al 26 Febbraio 2017, “The Japanese House” è la prima mostra italiana dedicata a questo tema ma anche una delle prime a dare una chiave di lettura differente della cultura giapponese.

Nel Giappone azzerato dalla Seconda Guerra Mondiale ed economicamente incapace di progettare grandi insediamenti pubblici, le città si trasformano lentamente in corpi vitali apparentemente disordinati e in espansione continua, in cui piccole case unifamiliari vengono costruite, demolite e ricostruite senza sosta. E’ in questo scenario che nasce e si sviluppa il concetto di casa giapponese che conosciamo ancora oggi, un mix tra architettura e cultura che da sempre affascina il mondo occidentale. “The Japanese House” è quindi dedicata ad un tema che ha prodotto alcuni dei più influenti e straordinari esempi di architettura moderna e contemporanea, una parte di cultura giapponese in continua evoluzione. Ciò a cui stiamo assistendo, infatti, è un veloce trasformarsi della casa nipponica in un centro che racchiude in sé innovazione e tradizione, un luogo che non dimentica le usanze più antiche ma intenzionato ad evolversi grazie alle ultime tecnologie.

L’allestimento è stato disegnato da Atelier Bow-Wow in collaborazione con il MAXXI e tende a riprodurre la sensazione spaziale degli edifici presentati, nei quali la funzionalità è spesso intesa più come un dispositivo psicologico che pratico. Nel percorso espositivo di “The Japanese House” saranno quindi presenti riproduzioni in scala reale di sezioni di alcuni dei più importanti edifici giapponesi ma anche disegni, modelli, fotografie d’epoca e contemporanee insieme a video, interviste, spezzoni di film e manga.