15 dicembre 2014

Regali di Natale 2014 last minute con LOVEThESIGN

Il servizio Same Day Delivery

Regali di Natale 2014 last minute con LOVEThESIGN

Ancora in alto mare con la lista dei regali di Natale da fare?
Niente paura, il sito di e-commerce lovethesign.com, dedicato all’arredamento made in Italy, lancia un’iniziativa per i ritardatari di turno.

La piattaforma per l’home design online fornisce un servizio di ordine e consegna nello stesso giorno per i regali di Natale 2014. Attivo dal 15 al 19 dicembre, Same Day Delivery è un progetto che nasce dalla partnership tra LOVEThESIGN e Urban Bike Messengers, corrieri in bicicletta a impatto zero.

Ecco come funziona questo servizio di shopping a domicilio: cinque giorni, un prodotto diverso ordinabile ogni giorno, da cinque diverse sezioni delle idee regalo 2014. Il prodotto dovrà essere acquistato entro le 12, e sarà consegnato nella città di Milano il pomeriggio stesso.

Same Day Delivery

La collaborazione con Urban Bike Messengers è nata per l’affinità di valori che li accomuna a LOVEThESIGN: professionalità, passione, attenzione alla qualità della vita.

Ecco in dettaglio i prodotti tra cui scegliere:
Per lui: Lampada Lampadina di Achille Castiglioni Flos
Per lei: Portachiavi Passerotto Qualy
Icone del design: Spremiagrumi Alessi
Per i bambini: Seggiolone Tascabile da viaggio Alfabeto TotSeat
Idee Originali: Mappamondo Swing Atmosphere New World

Spremiagrumi Alessi

Gli amanti dello shopping tradizionale possono trovare fino al 24 dicembre una selezione di articoli LOVEThESIGN al piano terra del Brian&Barry Building di Milano San Babila.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.