Luxgallery > Celebrità > Penelope Cruz racconta come è diventata Donatella Versace

Penelope Cruz racconta come è diventata Donatella Versace

La bella attrice madrilena racconta il suo lavoro nei panni di Donatella Versace

19984684_155279671686777_8119397890813591552_n1

A vestire i panni di Donatella Versace per American Crime Story sarà Penélope Cruz, come vi abbiamo già raccontato. Intervistata da Io Donna l’attrice ha raccontato le ragioni per cui ha scelto di trasformarsi in Donatella e prendere parte alla ricostruzione dell’omicidio di Gianni Versace in una serie per la tv.

Che rapporto lega la Cruz con la Versace? “Proprio un’amica, non potrei dire; ci siamo viste – questo sì – in parecchie occasioni negli ultimi 15 anni, e lei mi è sempre piaciuta: che donna forte, affettuosa, generosa!”. Per quale motivo la bella Penelope ha accettato il ruolo? “Vogliono descriverla come un’eroina, una donna capace di superare un mucchio di difficoltà emotive e pratiche per portare avanti l’idea del fratello che adorava: quello che è riuscita a fare in questi vent’anni è incredibile. La serie racconta anche una bellissima storia d’amore tra un fratello e una sorella, vicinissimi sin da bambini. Due persone che hanno tutto il mio rispetto.” E della trasformazione fisica racconta: “Non sono stati necessari interventi radicali per rappresentare la Donatella degli anni ’90 – all’epoca non aveva ancora fatto chirurgia estetica. Porto una serie di parrucche diverse certamente, e lenti a contatto perché i suoi occhi sono verdi e ha sopracciglia così chiare che cambiano completamente l’espressione. Sono tre ore di trucco, niente di tragico.

Insomma, Penelope vuole raccontare e incarnare la forza di Donatella: “Non è da tutti resistere alla pressione della Maison Versace e prendere decisioni cruciali pure vivendo mesi, anni, di lacerante disperazione per la morte di una persona tanto amata. Donatella aveva perso il fratello ed è riuscita a portare avanti la sua griffe. Credo sia molto bello il modo in cui lei parla di Gianni, dei loro inizi in un piccolo negozio di Milano; è emozionante vedere quello che hanno creato insieme, dal nulla. Tutto questo le ha dato una grande forza, è come se lui continuasse a vivere, tanti anni dopo. Ha sempre combattuto, Donatella, per questo oggi è più forte che mai.