Luxgallery > Gusto > LuxFood > Pasqua 2017: la colomba classica migliore d’Italia secondo il Gambero Rosso

Pasqua 2017: la colomba classica migliore d’Italia secondo il Gambero Rosso

La migliore colomba tradizionale per il pranzo di Pasqua 2017? Ecco la selezione del Gambero Rosso

pasqua 2017 colomba tradizionale

A meno di 24 ore dal pranzo di Pasqua 2017 ci siamo chiesti “Qual è la migliore colomba tradizionale d’Italia?”. Che abbiate intenzione di fare un regalo, di gustarla tra le mura di casa o che siate semplicemente curiosi, a rispondere alla nostra domanda è la selezione del Gambero Rosso. Gli esperti, infatti, hanno decretato – dopo un assaggio di 12 dolci “alla cieca” – le colombe da assaggiare assolutamente in occasione della Pasqua.

La colomba è un dolce tradizionale italiano preparato in occasione delle festività pasquali. In particolare, l’origine delle colombe risiede sia in quella inventata a Milano dalla Motta nel 1900 – ovvero quella ancora oggi più diffusa – sia nei it palummeddi o pastifuorti siciliani. In occasione della Pasqua 2017, però, il Gambero Rosso ha deciso di selezionare la migliore colomba d’Italia. Partiamo quindi dalla medaglia di bronzo, decretata – come tutte le altre – attraverso un assaggio alla cieca di 12 preparazioni dolci; ad aggiudicarsi il terzo posto in classifica è quella della pasticceria “Da Vittorio” di Brusaporto, il provincia di Bergamo. Gli esperti del Gambero Rosso la descrivono come “Un prodotto indubbiamente differente dal classico, ma confortevole, che regala profumi piacevoli, aromi di caditi e burro fresco”.

Continuiamo quindi con la classifica per scoprire la colomba migliore d’Italia per la Pasqua 2017. Ad aggiudicarsi il secondo posto è il celeberrimo Iginio Massari; medaglia d’argento quindi alla Pasticceria Veneto di Brescia per una colomba con “un sapore pulito e pieno, e un profilo aromatico rispondente alla classica colomba”. La medaglia d’oro per la colomba più buona d’Italia va invece alla pasticceria Tiri 1957 di Acerenza: il Gambero Rosso la commenta dicendo “La colomba, come deve essere. La più bella allo sguardo, gonfia, ben lievitata, netta, ache nella forma. Al taglio esprime un aroma pieno, di pasticceria, lievito, canditi, vaniglia, percepibile anche a occhio nudo. La struttura è pressoché perfetta.”. Per conoscere il resto della classifica vi rimandiamo al sito ufficiale.