4 febbraio 2016

New York, turisti record nel 2015

58.3 milioni di visitatori per la Grande Mela

Panorama sulla Statua della Libertà di New York

New York caput mundi.

La Grande Mela mette in bacheca un 2015 da incorniciare dal punto di vista del turismo: con 58.3 milioni di visitatori, un incremento di 1.8 milioni di presenze rispetto al 2014, la città batte per il sesto anno consecutivo il record di arrivi, confermandosi come una destinazione di punta a livello internazionale.

Gli arrivi sono ripartiti tra 46 milioni di visitatori domestici e 12.3 milioni internazionali, entrambi risultati senza precedenti per la metropoli. Record anche per la domanda di hotel, con 33.7 milioni di notti vendute, e per il compartimento MICE, con 6.1 milioni di delegati in città per partecipare a meeting e congressi.

“Grazie all’intenso lavoro di NYC & Company e al supporto fornito alle diverse attrazioni della città, dai ristoranti ai teatri, il 2015 ha rappresentato una nuova pietra miliare per il turismo. New York City è la città più sicura ed emozionante d’America e un polo di attrazione globale grazie alla ricca offerta dei suoi cinque distretti”, afferma il Sindaco Bill de Blasio.

“New York City ha segnato record in termini di crescita turistica per sei anni consecutivi. La città continua ad evolvere offrendo sempre nuove ragioni per visitarla una e più volte e anche nel 2016 ci sono importanti novità in cantiere. Siamo consapevoli che con la continua pressione dell’economia globale e il rafforzamento del dollaro, dovremo lavorare ancora di più nel 2016 per mantenere saldo questo risultato e sostenere il nostro vantaggio competitivo”, afferma Fred Dixon, Presidente e CEO di NYC & Company, l’ente ufficiale per la promozione turistica di New York City.

“Il turismo continua ad essere una componente cruciale dell’economia di New York City e siamo felici di assistere ad una costante crescita dei visitatori anno dopo anno. La città ha una vitalità e un’energia senza pari al mondo e offre una moltitudine di opzioni nei cinque distretti. Vorrei ringraziare NYC & Company e le oltre 2.000 aziende partner dell’ente del turismo per il continuo supporto all’industria turistica della città”, commenta Emily K. Rafferty, Chairman of the Board of Directors di NYC & Company.

Central Park

La domanda di hotel è cresciuta del 4%, per un totale di 33.7 milioni di notti vendute lo scorso anno, 1.26 milioni in più rispetto al 2014. NYC si conferma la città degli Stati Uniti con il più alto numero di hotel in pipeline: solo nel 2015, l’inventario della città si è ampliato con 6.000 camere, per un totale di 107.000 camere d’albergo disponibili a fine anno. In aumento del 3,2% anche i visitatori che hanno trascorso almeno una notte in città (si definiscono visitatori coloro che trascorrono la notte a NYC o che visitano New York City in giornata da una distanza di almeno 50 miglia).

Risultati record anche per il segmento MICE, con 6.1 milioni di persone che hanno visitato la città per partecipare a meeting e conferenze. Nel complesso i viaggiatori d’affari a NYC sono stati 12.3 milioni, il +6% rispetto allo scorso anno.

Tutti i quattro più grandi mercati internazionali, Regno Unito, Canada, Brasile e Cina, sono cresciuti lo scorso anno. Secondo le stime preliminari, hanno visitato la città 1.192 milioni di passeggeri da Regno Unito, 1.072 dal Canada, 926.000 dal Brasile e 852.000 dalla Cina, Paese che ha visto la crescita più significativa del 14%.

Nel 2015 sono state inaugurate importanti attrazioni come il Whitney Museum of American Art, Ellis Island National Museum of Immigration, One World Observatory, Brookfield Place, Kings Theatre, High Bridge e Staten Island Museum at Snug Harbor. Inoltre, la linea 7 della metropolitana è stata estesa per raggiungere il West Side di Manhattan, con una nuova stazione tra 34th Street e Eleventh Avenue mentre il Queens è stato nominato come destinazione numero uno negli Stati Uniti da Lonely Planet. Per commemorare queste importanti novità, NYC & Company ha organizzato eventi in tutto il mondo promuovendo la “nuova New York City”.

Whitney Museum of American Art

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.