Luxgallery > Tempo Libero > Eventi > Nel Segno del Giglio 2018: la 25esima edizione indaga il tema della Biodiversità

Nel Segno del Giglio 2018: la 25esima edizione indaga il tema della Biodiversità

Al via la 25esima edizione de "Nel Segno del Giglio"

Nel segno del Giglio, edizione n. 25, straripa di proposte e occasioni. In un contesto unico quale quello del magnifico Parco della Reggia di Colorno, nel parmense, questa tre giorni (20, 21 e 22 aprile) diventerà la meta di migliaia e migliaia di pollici verdi provenienti da luoghi anche lontani richiamati dalla bellezza ed unicità del contenitore ma anche e soprattutto dalla ricchezza ed originalità delle proposte.

“Vogliamo che l’edizione del quarto di secolo – annunciano Elisa Migone e Isabella Gemignani, patronesse della grande mostra-mercato – esprima al meglio le nostre caratteristiche. Vogliamo una mostra-mercato in cui tutti si sentano protagonisti, a contatto con espositori non comuni, particolari, selezionati. E dove le famiglie stiano bene, insieme. Un grande occasione di confronto e acquisti per i pollici verdi anche più esigenti, insomma, e un piacevole momento di relazioni e, perché no, di festa“.

Elisa e Isabella annunciano che l’edizione del venticinquennale avrà un focus importante sul tema della biodiversità. Sono anni che Nel segno del Giglio invita i suoi visitatori (ed espositori) ad un approccio con il tema del biologico, da un lato, e con quello del recupero di varietà autoctone, dall’altro. Si tratti di piante da frutto antiche, di varietà da fiore, arbustive o erbacee, sopravvissute in vecchi giardini o in prati e ambient i ancora non devitalizzati dall’intervento dell’uomo.Sul territorio parmense un grande lavoro per la salvaguarda delle varietà antiche, oggi cancellate dalla massificazione,  è stato affrontato dagli Agricoltori custodi della biodiversità, con il supporto dell’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Parma. Sono decine e decine le antiche varietà di piante da frutta che gli Agricoltori custodi hanno individuato e salvato nel territorio e che oggi sono in grado di proporre a chi ama andare oltre il banale.

Non meno rilevante l’esperienza in corso sulla Riserva naturale regionale di Torrile e Trecasali, singolare ambiente umido restituito alla natura. A questi due importanti emblemi, presenti a Nel segno del Giglio con i loro stand e le loro proposte, Colorno affianca una importante selezione di espositori che hanno fatto della ricerca sulla biodiversità la loro missione. Maggiori info e programma completo su www.nelsegnodelgiglio.it.

Tags: