15 febbraio 2016

NBA All-Star Game 2016, Kobe Bryant lascia da vincente

Trionfa la Western Conference

Kobe Bryant in punto all’All-Star Game 2016

L’All-Star Game 2016 premia i campioni della Western Conference (Kobe Bryant, Stephen Curry, Kevin Durant, Kawhi Leonard, Russell Westbrook) che hanno battutto quelli della Eastern Conference (Carmelo Anthony, Paul George, LeBron James, Kyle Lowry, Dwyane Wade) per 196-173.

Le sfide più spettacolari sono state come sempre la gara delle schiacciate e i tiri da tre punti dove le stelle della pallacanestro votate dai tifosi hanno fatto sfoggio dei propri gesti atletici più spettacolari.

Il match giocato a Toronto, per la prima volta al di fuori dei confini degli Stati Uniti, passerà alla storia per essere stato quello che ha registrato finora il massimo punteggio e per essere stato l’ultimo giocato da Kobe Bryant che ha chiuso la gara segnando 10 punti.

Ieri la stella dell’NBA che a fine stagione darà l’addio al basket, annunciato su Player’s Tribune con una toccante lettera che ha fatto il giro della rete, oltre a ricevere l’applauso dei tifosi si è visto recapitare un cadeau molto speciale.

Al party organizzato dopo la partita delle stelle, Michael Jordan ha inviato al Black Mamba un paio di scarpe per ognuno dei 30 modelli usciti con il logo Jordan nel corso degli anni. In tutto, quindi, Bryant ha ricevuto 30 paia di scarpe ed ha mostrato di gradire parecchio.

Tutti i modelli consegnati da Jordan a Bryant sono di colore bianco, ma per ogni paio di scarpe è stata realizzata una copia in nero che sarà messa all’asta e il ricavato verrà devoluto a fini benefici.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.