8 aprile 2016

Nautica made in Italy in ripresa nel 2016

I dati di Ucina

Bar Refaeli e Giorgio Armani sullo yacht Main

Gli italiani hanno ricominciato a comprare barche.

La nautica made in Italy tira un sospiro di sollievo dopo una crisi che ha colpito duramente questo settore.

I dati di Ucina per il 2016 confermano il trend positivo già evidenziato al Salone di Genova 2015, definito da molti il “Salone del rilancio”.

Le previsioni di bilancio per l’industria nautica in Italia sono ottimistiche, come sottolinea la presidente di Ucina Confindustria Nautica, Carla Demaria:

“Sulla base delle indicazioni relative a vendite e ordini registrati dalle imprese nella prima parte dell’anno nautico in corso (settembre 2015 – agosto 2016), possiamo confermare il trend positivo per l’industria nautica in Italia con una crescita prevista tra il 5 e il 10%. Nonostante un rallentamento del mercato nei primi mesi del 2016. La stagione primaverile si apre con buone prospettive”.

Analizzando i singoli settori merceologici emerge la performance della cantieristica che cresce di oltre il 13%. Risultati positivi anche per il settore dei motori (+13%) e per il comparto accessori e componenti (+7%).

Per quanto riguarda la cantieristica, il mercato nazionale ha registrato nel bimestre a valle del Salone Nautico di Genova un incremento del 35% dello stipulato leasing. Lo stipulato del primo bimestre 2016 (fonte Assilea – Associazione italiana del leasing), segna un aumento del numero di contratti del 135%.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.