Luxgallery > Arte e cultura > Musei > Musei Vaticani: a Roma una nuova luce per le Stanze di Raffaello

Musei Vaticani: a Roma una nuova luce per le Stanze di Raffaello

Musei Vaticani: a Roma nuova illuminazione per le Stanze di Raffaello

stairs-684150_960_720

Dopo la Cappella Sistina, anche le Stanze di Raffaello dei Musei Vaticani verranno riportate a nuova luce. Sono stati infatti accesi i 2400 nuovi LED che consentiranno di ammirare come mai prima d’ora le opere del Genio di Urbino.

Grazie agli oltre 2mila LED Osram, azienda leader nel settore, è stata ridata nuova luce agli affreschi di Raffaello custoditi nei Musei Vaticani. Affrescate tra il 1508 e il 1524 per Papa Giulio II, le stanze sono ora tornate al loro antico splendore: la tecnologia adottata, infatti, permette un elevatissimo livello di integrazione geometrica così da esaltare naturalmente i colori scelti da Raffaello nel dipingerle. “Con la nuova illuminazione oggi finalmente le stanze più famose del mondo si possono godere al meglio della visibilità: la luce che ora accompagna le opere d’arte le rende più leggibili. Queste stanze sono uno straordinario esempio di antropologia cattolica, in cui si espresse il talento di un giovanissimo Raffaello. Peccato che lui ai suoi tempi non abbia potuto vedere questa luce” ha commentato Antonio Paolucci, ex Direttore dei Musei Vaticani.

“Esattamente un anno fa Barbara Jatta è diventata prima vicedirettrice e poi direttrice dei Musei Vaticani, ed è stato davvero un passaggio di consegne tra due amici. Sono felice che lei abbia proseguito al meglio il lavoro svolto per questo progetto” ha proseguito quindi l’uomo omaggiando il nuovo Direttore dei Musei Vaticani.