Luxgallery > Arte e cultura > Mostre e Gallerie > Mostra Michelangelo Roma 2017: i capolavori ritrovati approdano ai Musei Capitolini

Mostra Michelangelo Roma 2017: i capolavori ritrovati approdano ai Musei Capitolini

Roma: Michelangelo Buonarrotti in mostra ai Musei Capitolini con i suoi "capolavori ritrovati"

mostre roma 2017 michelangelo

Ha aperto ai Musei Capitolini di Roma la mostra “Michelangelo. Capolavori ritrovati”, un’esposizione esclusiva che darà modo al pubblico di ammirare un’opera del maestro italiano mai esposta prima d’ora. L’esposizione – visitabile sino al 7 maggio 2017 – è frutto di una scoperta recente fatta nella Casa Buonarroti di Firenze.

E’ durante il restauro de “Il Sacrificio di Isacco” che è emerso uno dei capolavori di Michelangelo rimasti nascosti nei secoli. Si tratta in particolare di uno schizzo a matita trovato sul retro del disegno principale e utilizzato da Michelangelo per realizzare il famoso “Sacrificio di Isacco”. Il ritrovamento è avvenuto in occasione dell’asportazione di un controfondo che, in passato, era stato posizionato a protezione del disegno stesso: l’artista aveva quindi in un primo momento realizzato uno schizzo su uno dei due lati del foglio e poi, girando lo stesso, lo aveva ricalcato con una matita rossa ancora visibile sul contorno della composizione del Sacrificio di Isacco che, da molti anni, fa parte della collezione di Casa Buonarroti.

“I due fogli michelangioleschi si presentano qui a dimostrazione dei due eventi forse più rilevanti occorsi nei lunghi anni in cui ho lavorato come direttrice della Fondazione Casa Buonarroti: cioè il distacco del controfondo da due capolavori della nostra Collezione di disegni di Michelangelo che ha portato alla scoperta di altri due disegni sicuramente autografi del Maestro” ha spiegato Pina Ragionieri a presentazione della mostra “Michelangelo. Capolavori ritrovati” allestita ai Musei Capitolini di Roma. Nel percorso espositivo anche Cleopatra, un altro di disegni del corpus di Michelangelo del quale – sempre sul retro – ne è stata ritrovata una prima versione.