25 agosto 2016

Mostra del Cinema di Venezia 2016: l’eleganza riservata di Sonia Bergamasco

Sarà l'attrice Sonia Bergamasco la madrina della 73° Mostra del Cinema di Venezia: ecco chi è e come si mostra con il suo stile raffinato, sobrio ed elegante

Sarà l’attrice italiana Sonia Bergamasco la madrina della 73° Mostra del Cinema di Venezia che raccoglie il testimone dall’uscente Elisa Sednaoui che ha ricoperto il ruolo per l’anno 2015. Classe 1966, non solo è una delle attrici più versatili tra teatro, cinema e televisione in Italia tanto che il pubblico ha potuto ammirarla in film tanto diversi come “L’amore probabilmente” e “Quo Vado?” ma anche in fiction come “Tutti pazzi per amore” e “Il Commissario Montalbano” ma è anche musicista e poetessa. Sonia Bergamasco però spicca molto nel panorama italiano e straniero per la sua particolare bellezza e la sua eleganza estremamente sobria e minimale.

Ad aprire e chiudere la Mostra del Cinema di Venezia 2016 con dei discorsi sulla settima arte sarà Sonia Bergamasco la quale però, in qualità di madrina, sarà sotto i riflettori dei fotografi costantemente anche per il suo stile: il red carpet del 31 agosto sarà infatti la prima prova che l’attrice dovrà sostenere. Estremamente magra e dalla carnagione diafana, Sonia Bergamasco spicca per la sua chioma bionda e mossa e per i suoi occhi azzurri.

Come di consueto gli stilisti di tutto il mondo si contenderanno il suo stile con abiti adatti ad ogni occasione a cui dovrà partecipare durante la Mostra del Cinema di Venezia 2016: chi vestirà Sonia Bergamasco? Per il momento non è dato saperlo ma certamente dovrà essere qualcuno che ben racconti il suo stile sobrio, molto milanese come le sue origini, elegante e raffinato anche se un po’ maschile.

Foto: Facebook

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.