Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Mete > Cultura > Morto Vittorio Sermonti: addio all’intellettuale amico di Gadda e Pasolini

Morto Vittorio Sermonti: addio all’intellettuale amico di Gadda e Pasolini

Morto a 87 anni Vittorio Sermonti

sermonti

Vittorio Sermonti è stato un vero intellettuale a tutto tondo: scrittore, regista televisivo e teatrale, attore, giornalista ed esperto di Dante. Aveva lavorato in televisione così come era stato docente all’Accademia nazionale d’arte drammatica e professore di italiano al liceo Tasso di Roma. Non si è mai chiuso nella sua torre d’avorio, non ha mai smesso di essere uno sguardo critico e interessato del nostro tempo.

E’ morto a Roma, vicino al suo secondo grande amore: Ludovica Ripa di Meana, poetessa, scrittrice e giornalista, che sposò nel 1992. Prima di lei ebbe un altro matrimonio con la figlia di Susanna Agnelli – Samaritana Rattazzi – dalla quale ebbe tre figli. Lo ricordiamo con uno stralcio di una sua intervista a Repubblica, in cui disquisiva proprio sul concetto di morte.

Mi scoccia un po’ il morire, ma non provo angoscia. Nella mia vita ho perso anche una figlia e questo ha creato un rapporto più soffice con il dopo. Sto raccogliendo da una quindicina di anni una serie di aforismi che ruotano attorno all’idea che la morte non esiste. Sostengo che questa signora che viene quando vuole e ti sorprende in realtà non c’è. Ci sono le persone che a un certo punto se ne vanno e con le quali non hai più rapporti: vengono sfilate, creano una ferita, ma poi la ferita si rimargina. La morte non esiste, esistono i morti e a un certo punto mi viene il sospetto che praticamente non esistano che loro“.

 

*** FONTE FOTO: www.vittoriosermonti.it ***