11 febbraio 2016

Moda donna inverno 2016 al via le fashion week

Cosa aspettarci dalle sfilare di New York, Londra, Milano e Parigi

Moda donna inverno 2016 al via le fashion week

Si parte con New York da oggi, 11 febbraio al 18, si passerà alla London Fashion Week, in programma dal 19 al 23 febbraio quando il fashion system si sposterà a Milano, dove è in programma Milano Moda Donna dal 24 al 29 febbraio per concludersi nella Ville Lumière con la Parigi Fashion Week in scena dall’1 al 9 marzo.

Ecco il calendario delle fashion week internazionali dedicate alle anticipazioni della moda donna per l’autunno inverno 2016-2017, le ultime, probabilmente, organizzate con un assetto “tradizionale”.

Come abbiamo visto in questi giorni, Burberry e Tom Ford hanno già comunicato che sono pronti a ridurre le sfilate da 4 a 2 presentato contemporaneamente le collezioni uomo e donna e soprattutto mostrando capi da subito disponibili nei negozi. Dello stesso parere sono anche Chloé e Vetements e il tutto nasce dall’esigenza di mettere il consumatore finale al centro rivoluzionando le sfilate certo ma soprattutto la produzione.

Ma già a partire dalle prossime sfilate, non sono poche le maison che metteranno subito in vendita gli accessori mostrati in passerella, e in alcuni casi, parti della collezione, come per altro fa già da diverse stagioni Versus.

Per non parlare naturalmente dei Social Network da Facebook a Instagram passando per Snapchat e Periscope artefici, insieme al web in generale, della rivoluzione del sistema. Sono sempre di più infatti i clienti finali che entrano in boutique con gli screen shot di quanto visto in diretta dalle sfilate.

Parlando del formato degli show di per sé anche in questo caso i brand si stanno adeguando aprendo le sfilate al pubblico o creando eventi sempre più speciali. Se Kanye West trasmetterà la sua sfilata della collezione moda donna per l’autunno inverno 2016-2017 nei cinema di tutto il mondo, per lui sarà l’occasione anche per presentare il suo album, ci sono maison che hanno messo all’asta per beneficenza gli inviti alle sfilate, oppure proprio dalla New York Fashion Week arriva la tendenza di mettere in vendita i biglietti proprio come qualsiasi altro evento di intrattenimento. Givenchy ha anticipato il trend con la sfilata dello scorso settembre.

Un biglietto per una sfilata va dai 950 dollari fino 3.500 dollari e si possono acquistare anche pass per i backstage o incontri con gli stilisti al termine della sfilata. Un altro modo per fare business.

Infine i debutti. Se a Milano tornano in pedana Ports1961 e Diesel Black Gold, a Parigi Dior e Lanvin presenteranno le loro prime collezioni moda donna senza direttore creativo dopo l’addio rispettivamente di Raf Simons e Alber Elbaz. Infine Demna Gvasalia sarà protagonista di un doppio debutto alla Parigi Fashion Week con la prima sfilata del suo brand Vetements e soprattutto come direttore creativo di Balenciaga.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.