Luxgallery > Fashion > Abbigliamento > Moda Uomo > Miuccia Prada sfilata collezione uomo Primavera-Estate 2018: la nuova eleganza ‘sdrammatizzata’

Miuccia Prada sfilata collezione uomo Primavera-Estate 2018: la nuova eleganza ‘sdrammatizzata’

Miuccia Prada sfilata collezione uomo Primavera-Estate 2018: la nuova eleganza si veste di essenzialità

Miuccia Prada è tornata in scena nella location tipica del suo show, allo storico spazio sfilate di Prada alla Fondazione Prada, nella consueta sede di via Fogazzaro. Un ritorno alla grande, in un fantastico set, fatto di grandi sedili di plastica trasparenti a forma di scatola, disegnati da Verner Panton. Nella nuova collezione Prada c’è un’eleganza sdrammatizzata, ironica, colorata. La stilista e imprenditrice a margine dello show ha parlato dell’anima della sua nuova collezione: “In questa mia ricerca volta a trovare una nuova eleganza giovane ho esplorato varie possibilità, pensando a pezzi da interpretare insieme in modo più elegante o sportivo, puntando sull’idea di libertà lasciata alla personalità di chi li indossa”.

Screenshot da video Fashion Network

L’obiettivo è ripensare al loro guardaroba in modo nuovo, così la stilista ha messo la sua creatività al servizio di pezzi semplici ma non banali; la collezione è fatta dunque di tanti pezzi diversi, seri o divertenti, di vari generi mescolati insieme, al fine di definire “un’eleganza giovane e contemporanea, ma un’eleganza”. Perché quando si parla di giovani “si pensa ai millennials come a una categoria commerciale, ma i ragazzi sono di tutti i tipi. Poi adesso che i loro genitori si vestono come loro, la loro reazione è di essere diversi, di fare qualcos’altro”. Ecco quindi che se “il baggy, lo sporty, lo streetwear useranno sempre, non sono comunque – ha precisato Miuccia Prada – la punta della moda”.

Screenshot da video Fashion Network

In passerella dalle giacche scamosciate ai giubbotti matélassé, dai pantaloni slim ai short, fino ai pantaloni in denim pulito, a vita bassa e ai dolcevita con grafiche psichedeliche. Regna la semplicità. Le camicie hanno stampe che richiamano i motivi cartolina e sono abbinate ai calzoni corti con fantasie geometriche; il pullover a fiori e la cintura a righe; la camicia in tessuto tecnico con un piccolo jabot e la borsa, che sembra uno zaino, portata su una spalla sola, che potrebbe sembrare un modello da donna, ma non lo è perché “mi diverte non essere chiara”. Tra gli accessori, i colbacchi in nylon, le sneaker “alla Prada” . L’ambientazione dello show, a cura di AMO, ha puntato a un ritorno all’essenzialità, esaltato dalla grezza imperfezione della storica location scelta dal brand, con gli Inflatable Stool, sgabelli gonfiabili di Verner Panton che fungono da vere e proprie installazioni.

Tags: