5 settembre 2014

Mito Settembre Musica 2014

Fino al 21 settembre tra Milano e Torino

Mito Settembre Musica 2014

Dopo aver incantato ieri il Teatro Regio di Torino, stasera la Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fischer è pronta a lasciare il segno anche a Milano e ad inaugurare nel migliore dei modi il Mito Settembre Musica 2014.

Il celebre festival musicale ha deciso di aprire il sipario affidandosi ad una delle migliori orchestre mitteleuropee, con due programmi differenti: ieri all’ombra della Mole sono risuonate le note di tre Danze Ungheresi di Johannes Brahms, l’Incompiuta di Schubert, Lieder di Mahler e alcuni valzer di Strauss, mentre stasera alla Scala, dedicate a Claudio Abbado, recentemente scomparso, la Terza e la Quarta Sinfonia di Brahms.

Fino al 21 settembre l’ottava edizione della kermesse porterà nelle due città del nord Italia 182 appuntamenti e 2191 artisti coinvolti, grandi orchestre, complessi da camera e solisti provenienti da 27 Paesi in 94 spazi canonici e inconsueti, come sale da concerto, chiese, piazze, cortili, musei, palazzi, carceri e stabilimenti industriali.

Tra i concerti, 89 saranno di musica classica, 8 di musica contemporanea, 40 di musica popolare, world music, jazz, pop, rock, canzone d’autore, 19 concerti-spettacolo per bambini e ragazzi, 20 tavole rotonde, conferenze, incontri, mostre, 6 spettacoli di danza a Torino.

Festival di tutte le musiche, MITO SettembreMusica ripercorre le storie della musica attraversando i differenti generi: dall’antica alla classica e alla contemporanea, dal jazz alle espressioni più innovative della musica elettronica.

In questa occasione vengono annunciati anche alcuni dei grandi protagonisti della programmazione del prossimo anno, quando MITO SettembreMusica si proporrà come colonna sonora ideale di Expo 2015: un sistema culturale virtuoso, quello tra Milano e Torino, che saprà arricchire il programma dell’Esposizione Universale con un’offerta musicale di altissimo livello internazionale, grazie anche alle collaborazioni che, da sempre, legano MITO a molte delle più autorevoli istituzioni musicali del mondo.

Il primo weekend sarà ricco di sorprese.

A Milano sabato 6 alle 17, si apre il ciclo di concerti La Grande Guerra con la Fanfara delle Brigata Alpina Taurinense che eseguirà le musiche e i canti dell’epoca, alternati da una serie di letture tratte da testi di Ungaretti, Gadda e di lettere dal fronte.

Alle ore 21 al Teatro Dal Verme l’Orchestra I Pomeriggi Musicali con Sunao Goko eseguirà il Concerto per violino e orchestra di Brahms, che fu eseguito nel 1879 da Joachim, con un violino Stradivari che prese il suo nome. Il pubblico del Festival potrà ascoltare il Concerto eseguito con lo stesso Stradivari Joachim-Ma 1714.

Domenica 7 settembre, nella Basilica di San Marco, sarà eseguita la Missa Brevis in fa maggiore K192 di Wolfgang Amadeus Mozart, con i Ghislieri Choir & Consort diretti da Giulio Prandi; alle ore 17.00 presso l’Auditorium San Fedele i pianisti Bruno Canino e Antonio Ballista con il soprano Lorna Windsor saranno protagonisti di un concerto che ricorda il primo conflitto mondiale attraverso le musiche di Alfredo Casella, Maurice Ravel e Claude Debussy.
Alle 21.00 in Conservatorio le musiche di Webern, Brahms e R. Strauss con gli archi del Quartetto di Cremona, mentre alle 22.00 il Circolo Magnolia ospiterà per la prima volta a Milano Perfume Genius, controverso cantautore di Seattle, già accostato a icone come Cat Power, Bon Iver e Thom Yorke.

A Torino, sabato 6, ecco due alternative di ascolto serale: Schubert e le Metamorfosi di Richard Strauss al Teatro Carignano con il Quartetto di Cremona o, al Teatro Colosseo, la tradizione musicale irlandese con i Masters of Traditions, gruppo che raccoglie alcuni tra i più grandi musicisti dell’isola verde; si esibiranno in solo e collettivamente.

Domenica 7, all’Auditorium del Lingotto, lo Schiaccianoci di Cajkovskij e Petruska di Stravinsky con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov. Sempre domenica 7 inzio del focus “La Grande Guerra”, con la Fanfara della Brigata Taurinense in un programma. dal titolo “Ta-pum” di musiche e letture tratte da Saba, Ungaretti, Gadda, Comisso, intorno al primo conflitto mondiale.

In entrambe le città ci sarà il privilegio di ascoltare Martha Argerich nel concerto di Čajkovskij, accompagnata dall’orchestra giovanile Neojiba dello stato di Bahia: una delle orchestre che compongono El Sistema di orchestre giovanili brasiliane, per la prima volta in Italia, e Krystian Zimerman con l’Imperatore di Beethoven, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Polacca di Katowice diretta da Alexander Liebreich.

MITO dedica una rassegna Brahms, che sarà protagonista assoluto a Milano ma anche a Torino; le sue quattro sinfonie saranno eseguite da tre grandi orchestre: la già citata Budapest Festival Orchestra, l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Polacca di Katowice.

Il programma completo è consultabile su www.mitosettembremusica.it

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.