16 febbraio 2015

Michele Ferrero è morto

Il Re della Nutella scomparso a 89 anni

Michele Ferrero

Il giorno di San Valentino a Montecarlo, dopo una lunga e dura lotta con la malattia, Michele Ferrero è morto all’età di 89 anni.

Nato a Dogliani il 26 aprile 1925, era il proprietario della Ferrero SPA, la multinazionale dell’alimentare con sede ad Alba, in Piemonte, dove verrà allestita la camera ardente.

Secondo la rivista Forbes, con un patrimonio di circa 26 miliardi di euro l’imprenditore italiano era l’uomo più ricco d’Italia e il 22esimo più ricco del mondo.

Nel 1949, dopo la morte del padre e fondatore dell’azienda, Michele prende il suo posto trasformandola in una delle più importanti del settore dolciario nel mondo.

Con oltre 34.000 collaboratori, la Ferrero è presente in 53 Paesi, ha 20 stabilimenti produttivi, di cui 3 operanti nell’ambito delle Imprese Sociali in Africa ed Asia, e 9 aziende agricole.

Sotto la sua guida, nel 1964, viene inventata la Nutella, ancora oggi uno dei prodotti più celebri della società ma non solo: a lui si deve la nascita Mon Chéri (1956) a Kinder Cioccolato (1968), da Nutella (1964) a Tic Tac (1969), da Kinder Sorpresa (1974) a Ferrero Rocher (1982)

Alla guida della società da alcuni anni è arrivata la terza generazione dei Ferrero.
Dopo la scomparsa nel 2011 del primogenito Pietro, avvenuta a causa di un arresto cardiaco durante una sessione d’allenamento in bicicletta in Sudafrica, è il figlio Giovanni al vertice del Gruppo come unico amministratore delegato, continuando a condurre l’azienda con successo.

“Ho appreso con commozione la notizia della scomparsa di Michele Ferrero, imprenditore di razza, conosciuto e apprezzato in Italia e all’estero. Ferrero è stato per lunghissimi anni un protagonista dell’industria italiana, riuscendo a essere sempre al passo con i tempi grazie a prodotti innovativi e al suo lavoro tenace e riservato. L’Italia lo ricorda con riconoscenza, anche per l’opera di sostegno e promozione della cultura”, ha affermato il Capo dello Stato in un telegramma ai familiari il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

“Un innovatore, un grande italiano -ha dichiarato invece il premier Matteo Renzi- che ha portato a testa alta nel mondo la creatività, il talento, la qualità, la capacità imprenditoriale del nostro Paese“.

Michele Ferrero al funerale figlio Pietro

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.