Luxgallery > Celebrità > Maurizio Crozza moglie e figli: la vita privata del comico più amato d’Italia

Maurizio Crozza moglie e figli: la vita privata del comico più amato d’Italia

Maurizio Crozza: moglie e figli, ecco la vita privata del comico

maurizio-crozza-tvblog

E’ l’uomo più amato dagli italiani, colui che il venerdì sera li fa ridere osservando le miserie della nostra bella Italia. Maurizio Crozza, recentemente passato sulla Nove, è in onda con il suo Fratelli di Crozza. Ma cosa sappiamo della vita privata del comico ligure? Crozza ha una moglie, l’attrice Carla Signoris.

carla-signoris

Si tratta di un amore longevo, pensate che i due si conoscono sin dall’adolescenza e hanno anche lavorato insieme. Conosciutisi a 16 anni, ai tempi del liceo alla fine degli anni settanta, Carla si è successivamente iscritta alla Facoltà di Architettura e, contemporaneamente, alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. Nel 1992 la coppia convola a nozze, un matrimonio longevo che dura da ben 25 anni. La donna ha anche all’attivo tre libri brillanti e sociologiciE Penelope si arrabbiò, Ho sposato un deficiente e Meglio vedove che male accompagnate. In un’intervista a Vanity Fair ha parlato del suo “Mauri” del quale è gelosissima: “Mauri registra la trasmissione a Milano. Io vengo spesso da Genova qui a Milano per stare con lui, e perché lo studio è pieno di ballerine. Mi siedo in platea, assisto e mi diverto molto. E, intanto, marco il territorio”. 

I coniugi hanno avuto due figli: Giovanni e Pietro, entrambi adolescenti. Giovanni è apparso in un breve sketch del padre in cui interpretava Barack Obama. La famiglia Crozza pare molto unita, la Signoris ha dichiarato che prima di stare con Maurizio ha vissuto un’esperienza tutt’altro che confortante: “Sì, io con un traditore seriale non potrei mai concepire una vita insieme. Ben prima di stare con Mauri, ho vissuto un’esperienza tristissima che mi ha molto condizionato. Proprio negli stessi giorni in cui mio padre stava morendo, il mio fidanzato di allora mi lasciò per un’altra. Per anni, nel mio cervello c’è stato un automatismo doloroso tra morte e tradimento. Non è stato facile venirne fuori, nonostante l’aiuto dell’analisi e degli psicofarmaci“. Ma poi è arrivato lui…