Luxgallery > Arte e cultura > Maurizio Cattelan: la tazza del water dorata del Guggenheim si chiama ‘America’

Maurizio Cattelan: la tazza del water dorata del Guggenheim si chiama ‘America’

Al Guggenheim di NY Maurizio Cattelan ha installato una tazza del water dorata: singolare e ironico il nome che le ha dato, 'America'

water

Al Museo Guggenheim di New York è stata aperta al pubblico un’opera più che singolare dell’artista italiano Maurizio Cattelan che però ha una storia lunga e un celebre background che parte con la “Fontana” dadaista di Marcel Duchamp datata 1917 e che è proseguito con la “Merda d’artista” di Piero Manzoni del 1961. Cattelan ha infatti installato nel celebre museo “America”, una tazza del water completamente dorata. La cosa più curiosa è che l’opera d’arte è del tutto funzionate ed è aperta al pubblico tanto che alla sua inaugurazione, il 15 settembre 2016, la coda fuori dal museo era lunghissima.

Insomma i newyorkesi e tanti turisti erano curiosi di fare i propri bisogni su “America”, la tazza dorata di Maurizio Cattelan che è un misto tra arte, provocazione e ironia tanto che  i curatori del Guggenheim hanno spiegato a Repubblica.it che “Si tratta di un’opportunità unica e intima di ritrovarsi faccia a faccia con l’arte”. Lo stesso artista è consapevole della particolarità della propria opera per il quale spiega di essersi ispirato alla crescente e cronica disuguaglianza sociale degli Stati Uniti d’America. Ed è stato lo stesso Cattelan a spiegare che il fatto che la tazza del water dorata sia utilizzabile è fondamentale perché “il modo in cui lo percepiranno sarà un test dell’opera e parte del gioco”. 

Nel frattempo però il fatto che la tazza del water dorata del museo Guggenheim di New York sia utilizzabile ha dato non pochi problemi agli addetti alla manutenzione che ormai devono pulire l’opera ogni 15 minuti; Nathan Otterson, il senior conservator del museo nweyorkese, ha spiegato a La Stampa che “la toilette è stata realizzata tutta in oro a Firenze, tranne lo sciacquone che è placcato perché altrimenti non funzionava. Per costruirla abbiamo staccato la tazza già esistente in porcellana, e Cattelan l’ha rifatta uguale” e continua:  “Usiamo stracci con acqua e alcool, vapore, e poi il sodium lauryl, il componente principale dello shampoo che non corrode il metallo” ma è probabile che l’opera d’arte andrà spesso sottoposta a manutenzione.

Foto: Instagram