Luxgallery > Arte e cultura > Musei > Luxgallery ospite della Besharat Museum Gallery

Luxgallery ospite della Besharat Museum Gallery

Arte, lusso e mecenatismo appena fuori Parigi

Barbizon – Una volta questo piccolissimo paese ad appena un’oretta di macchina da Parigi era più conosciuto di adesso, poiché proprio qui fu fondata la scuola dei cosiddetti Barbisonniers. Molti sapranno che furono loro a porre le basi del successivo Impressionismo, quando tra il 1830 e il 1870 John Constable e i suoi amici iniziarono a raffigurare il paesaggio dal vero, con particolare attenzione per le scene rurali, la campagna, i contadini. Jean-François Millet, Jean-Baptiste Camille Corot, Théodore Rousseau e Charles-François Daubigny furono le figure più attive di questa corrente che non soltanto diede avvio a un modo di dipingere innovativo e rivoluzionario, capace di segnare in maniera decisiva lo stile dei successivi decenni, ma trasformarono anche Barbizon in una fucina creativa, dove accanto ai lavoratori umili della terra cominciarono a prendere casa intellettuali, pittori, scrittori, scultori.

Da allora Barbizon è ricordato come il paese dei pre-impressionisti e non ha mai perso questa connotazione particolare assunta secoli or sono: se lo si visita oggi si potranno incontrare gallerie d’arte, collezionisti, atelier affiancati da ristorantini chic, bed and breakfast e botteghe artigianali. Il tutto nell’arco di una strada, poiché la cittadina non si è mai estesa, volendo restare il rifugio di francesi, parigini e stranieri che qui – a pochi passi dalla celebre foresta di Fontainebleau – acquistano seconde case o trascorrono piacevoli vacanze.

Più o meno a metà della via principale si trova la Besharat Museum Gallery, una realtà sorprendente che attira lo sguardo già dall’esterno. Tutti si fermano ad osservare il grazioso edificio – un tempo un antico albergo – le cui ampie finestre con le luci sempre accese permettono di sbirciare all’interno: grandi saloni in legno, file di quadri alle pareti, riproduzioni artistiche di uomini, installazioni, fotografie. Questo luogo ineguagliabile si svela tuttavia nella sua straordinaria bellezza solo se si ha l’onore e il privilegio di varcare la porta e scoprirne qualcosa in più parlando con lo staff.

“La nostra struttura non è una semplice galleria, né un normale museo e neppure un classico albergo – spiega Luigi Pérez, responsabile del centro di Barbizon – qui è possibile venire ad ammirare i pezzi unici, acquistarle, partecipare agli eventi che di tanto in tanto organizziamo e soggiornare in una delle pochissime suite allestite esse stesse come vere e proprie opere”.

L’idea alquanto originale è nata dall’imprenditore Massoud Besharat, da sempre appassionato di arte e mecenate di ogni forma culturale. Dapprima Mr Besharat ha dato vita a un’immensa galleria ad Atlanta, negli Stati Uniti, dove vive alternandosi con la Francia; il suo intento è quello di sostenere i talenti contemporanei offrendo loro la possibilità di mostrare a un pubblico vasto e colto i propri lavori, incontrarsi e discutere insieme, mettere a punto performance.

Tuttavia, il fascino dell’Europa continuava ad attrarre l’imprenditore mecenate, che decise quindi di ristrutturare la Villa Les Charmettes risalente al XIX secolo per farne un punto di riferimento per artisti già rinomati e per giovani volenterosi, compiendo quindi anche un’azione di talent scouting. La Besharat Museum Gallery è dunque uno spazio di 500 metri quadri interamente dedicato all’arte, con trenta artisti permanenti, circa 250 opere esposte di ogni nazionalità e uno splendido giardino arricchito di strabilianti forme e colori.

Tra i vari esempi citiamo le bellissime statue di donna di Ugo Riva, i quadri di Jean Arcelin, i “Frammenti dell’essere” di Jacopo Scassellati, gli incredibili umanoidi di Dario Tironi, le installazioni di Mauro Corda, gli spettacolari alberi di Jean-François Larrieu, la delicatezza del giapponese Eishin Yoza e le celebri fotografie di Steve McCurry, oltre a qualche dipinto proveniente direttamente dalla Scuola di Barbizon.

Dunque un meraviglioso mondo tutto da scoprire dove è possibile soggiornare, assaporare la deliziosa colazione della boulangerie locale, ascoltare la musica, dormire circondati da opere d’arte o magari anche solo trascorrere qualche piacevole ora in compagnia delle firme più promettenti di questo secolo. In ogni caso un’esperienza unica nel suo genere, indimenticabile ed emozionante.

Informazioni utili:

Besharat Museum Gallery
40 Grande Rue
77630 Barbizon (France)
Tel: +33 (0)9 67 18 24 65 Web: www.besharatgallery.com