28 novembre 2015

Lovethesign apre oggi a Brera

Dal 28 novembre al 26 dicembre

Lovethesign apre a Brera

Si allunga la lista di negozi di design in cui fare tappa durante la corsa ai regali di Natale 2015.

LOVEThESIGN inaugura proprio oggi nel cuore di Brera un temporary store che resterà aperto fino a Santo Stefano.

Il più grande e-commerce italiano di home design sbarca in uno dei quartieri più chic all’ombra della Madonnina occupando 180 metri quadrati in via Fiori Chiari angolo Formentini 9.

La starup fondata a fine 2012 da Laura Angius, Vincenzo Cannata e Simone Panfilo, ha già fatto il suo debutto nel capoluogo lombardo in occasione del Fuorisalone 2015 con il lancio della linea di arredi a marchio proprio ThESIGN, primo fra tutti il divano modulare Rodolfo progettato da Davide Negri.

Un intero corner del negozio in Brera è dedicato proprio a Rodolfo, un’area pensata per offrire ai clienti uno sguardo approfondito su tutti gli aspetti del divano e delle sue possibili combinazioni. Sarà possibile creare la configurazione del proprio divano ideale con l’aiuto di un simulatore digitale disponibile su iPad, toccando al contempo con mano tessuti e finiture.

Lo spazio, arredato dallo staff di stylist di LOVEThESIGN, sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20 (dalle 10 alle 22 nei weekend), per accogliere clienti e assisterli nel loro shopping natalizio. Un servizio di personal shopper è a disposizione di chi desidera i consigli di un assistente qualificato.

Chissà se Luca Argentero, nuovo partner lavorativo della giovane azienda di arredamento, verrà avvistato nel temporary store meneghino?

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.