22 aprile 2014

Kate Middleton ricicla due abiti

Per il weekend australiano

Kate Middleton ricicla due abiti

L’abbiamo vista con abiti dei suoi brand preferiti, di marchi democratici e creazioni di stilisti locali.

Poteva mancare il look riciclato?

Durante il weekend in Australia, Kate Middleton ha sfoggiato diversi outfit: per la visita alla base militare di Brisbane, la Duchessa ha scelto un tubino bianco con fiori blu di L.K. Bennett (sold out in pochi minuti, come quello di Diane von Furstenberg), mentre per la messa di Pasqua alla St Andrew’s Cathedral di Sidney ha incantato tutti con un capotto strutturato di Alexander McQueen e un cappello Jane Taylor in una tonalità leggermente più scura.

E poi, una mise bon ton per la visita al Taronga Zoo con il piccolo George, e un vestito blu di Stella McCartney per il suo atterraggio tra i flash dei fotografi a Canberra.

Tra i look scelti dalla moglie del Principe William negli ultimi giorni del tour reale, ecco due vestiti che aveva già indossato in altrettante occasioni pubbliche.

Per la sua visita ad Ayers Rock, la Middleton ha optato per  un abito color taupe con una cintura a contrasto, perfettamente coordinato ai toni dell’outfit del marito, griffato Roksanda Ilincic.

Il look è un po’ un deja vu, visto che Catherine ha indossato lo stesso abito in una tonalità più leggera durante le Olimpiadi 2012 per il cocktail presso la Royal Academy of Arts di Piccadilly, organizzato per celebrare la cultura, la creatività e l’arte della Gran Bretagna.

Anche per l’appuntamento alla base di Uluru ad Ayers Rock, dove ha visitato la National Indigenous Training Academy, un’accademia che forma lavoratori del settore turistico, la duchessa ha riciclato il suo vestito di Hobbs di ispirazione anni ’50 che aveva già indossato in altre occasioni, come la visitra al Bacon College di Greenwich.

Tutte le foto nella gallery!

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.