7 gennaio 2016

Kate Middleton porta George al primo giorno d’asilo

Le foto del Principino alla Westacre Montessori School

Kate Middleton porta George al primo giorno d’asilo

Il primo giorno di asilo è un passo importante per ogni bambino, tanto che immortalarlo è ormai una prassi consolidata.

Ancor di più se sei l’erede al trono di Inghilterra.

La royal family ha deciso di condividere sui social con i propri sudditi e con i fan di tutto il mondo, due foto che ritraggono George, primo figlio di Kate Middleton e del Principe William mentre il 6 gennaio si reca per la prima volta alla Westacre Montessori School.

Giubbino blu, zainetto in spalla e tanta curiosità sul visino del principino, che sorride mentre indica i disegni sulle pareti della scuola materna non lontano da Anmer Hall, la tenuta di campagna nel Norfolk dove vivono i duchi di Cambridge quando non hanno impegni a Londra.

L’inizio dell’asilo era stato annunciato poche settimane fa, subito prima di Natale.

George al primo giorno d’asilo 1

L’asilo, situato nel piccolo villaggio di East Walton, si trova in una strada privata in modo da consentire al royal baby di godersi l’esperienza lontano dai riflettori e “senza troppa attenzione”.

Il terzo nella linea di successione al trono frequenterà la Nursery School solo per alcune mattine alla settimana ad un prezzo economico, almeno in confronto agli standard britannici, di circa 52 euro al giorno.

Dal Westacre Montessori hanno fatto sapere di essere “lieti di dare il benvenuto a George” sottolineando che “vivrà la stessa speciale esperienza come tutti gli altri”.

George al primo giorno d’asilo 2

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.