28 dicembre 2015

Kate Middleton, Natale italiano

La Duchessa veste il made in Italy di SportMax

Kate Middleton in Sportmax – Natale 2015

Con un ritratto di famiglia da incorniciare e un programma natalizio fatto di pranzi tradizionali e relax fra le mura domestiche è passato il Natale 2015 anche di Kate Middleton e della Royal Family.

Il 25, tutta la famiglia è andata alla messa di Natale nella chiesa di St Mary Magdalene, la stessa dove è stata battezzata Charlotte Elizabeth Diana, grande assente alla cerimonia rimasta a casa con il fratello e le tate.

La Regina Elisabetta II invece c’era, ma alla messa natalizia a Sandringham è stata come sempre Kate Middleton a catalizzare l’attenzione, accompagnata dal marito il Principe William.

Kate Middleton in Sportmax  e il Principe William - Natale 2015Elegante e sobria, la Duchessa di Cambridge ha sfoggiato per l’occasione un outfit verde bosco firmato da Sportmax, splendidamente abbinato a un raffinato cappello nero e a una spilla e a preziosi orecchini di diamanti. Al cappottino made in Italy, Kate Middleton sembrerebbe aver abbinato un abito firmato French Connection dalla splendida stampa impressionista di cui però si vede solo una piccola porzione spuntare sotto il cappotto.

Nemmeno a dirsi, il cappotto con scolo a v di Sportmax indossato da Kate Middleton in occasione della funzione natalizia è andato a ruba subito dopo l’uscita delle prime foto della Royal Family, e oggi è sold out sia nei negozi della seconda linea di Max Mara sia online.

Come da tradizione accanto a William, Kate e alla Regina, che per l’occasione ha sfoggiato un cappotto rosso natale bordato di pelliccia e un simpatico ombrellino trasparente con bordura in tinta, la mattina di Natale 2015 c’erano il Principe Harry, Carlo e Camilla Parker Bowles, la Contessa del Wessex, Sophie Rhys-Jones, moglie del principe Edoardo, le figlie di Andrea, Beatrice ed Eugenie di York.

Nella giornata di ieri, domenica 27 dicembre, Kate Middleton e il Principe William non hanno saltato nemmeno la tradizionale Messa post-natalizia a Sandringham.
Insieme a loro naturalmente buona parte della Royal Family, dal Principe Harry alla Principessa Beatrice.

A essere made in Italy questa volta le calzature, un paio di stivali firmati Aquatalia che hanno completato l’outfit scelto dalla Duchessa di Cambridge, un completo giacca e gonna in tweed color prugna firmato Michael Kors. A completare il look un cappellino nero con una decorazione floreale.

Grandi assenti di entrambe le cerimonie il Principe George e la Principessa Charlotte. La decisione è stata presa per difendere la privacy dei Royal Baby ma anche per il troppo freddo.

Kate Middleton e il Principe William li hanno raggiunti subito dopo la fine delle funzioni a Anmer Hall, la loro residenza di campagna, dove hanno trascorso il pranzo di Natale, e i giorni successivi, in compagnia della la famiglia Middleton.

Anche se lontani dalla famiglia Reale hanno visto alla TV, come quasi tutti gli inglesi, il discorso della Regina, in cui Elisabetta II, 89 anni, ha detto, tra le altre cose “Una delle gioie più grandi di vivere una lunga vita, è guardare i figli, i nipoti e i pronipoti decorare l’albero di Natale. E quest’anno la famiglia reale ha un nuovo membro che si è unito al divertimento” riferendosi proprio alla piccola Charlotte.

La residenza di campagna nel Norfolk farà da cornice a tutte le Feste della famiglia dei Duchi di Cambridge. Kate e William con i piccoli trascorreranno infatti li tutto il periodo, lontano dai riflettori e senza impegni ufficiali in agenda.

Kate Middleton con il Principe William e il Principe Harry - Natale 2015

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.