Luxgallery > People & Brand > Interviste > Intervista a Maria Veneziano, fondatrice di CreativeMamy

Intervista a Maria Veneziano, fondatrice di CreativeMamy

Ex avvocato e fondatrice della pagina FB CreativeMamy con oltre 1.400.000 fans, è tra le protagoniste di Abilmente Autunno, in trasferta a Roma dal 3 al 5 novembre

maria-veneziano_hp

Tra le novità viste nei giorni scorsi ad Abilmente Autunno, la Festa della Creatività dedicata agli appassionati di hand-made, knitting, tricot, crochet, ricamo, merletto e patchwork, organizzata da Fiera di Vicenza, l’area Fatto da Mamma, laboratorio dedicato alle donne che vogliono realizzare con le loro mani piccoli capolavori per i loro bambini.

In occasione della trasferta capitolina della manifestazione (in programma dal 3 al 6 novembre alla Fiera di Roma), abbiamo avuto la possibilità di chiacchierare con Maria Veneziano, fondatrice e anima di Creativemamy, l’attivissima Community internazionale di donne creative e di mamme sempre in fermento, seguita su Facebook da oltre 1 milione e 400 mila fans.

Da dove nasce la tua passione per l’handmade e per gli hobby creativi?
La mia passione per la creatività e gli hobby creativi in genere, nasce fin da bambina. Ricordo che a 10 anni usavo (seppur per gioco) la vecchia macchina da cucire a pedale di mia nonna, e già tagliavo i vestiti per la Barbie.

Come si riesce a coinvolgere i bambini in attività all’insegna della fantasia e del fatto a mano, distraendoli dagli amatissimi tablet, smartphone, consolle etc ?
Non è complicato. Penso a mia figlia, che ha 8 anni. Quando mi vede immersa nel mio mondo, lei chiede di farne parte. Credo che come tutte le cose, sia la passione. Quando ti vedono “presa da qualcosa” i bambini chiedono e ti aiutano, seppur alla loro maniera. Quindi credo che sia la capacità di trasmettere qualcosa che coinvolga i bambini distraendoli dal resto. Per il compleanno di mia figlia, ad esempio, insieme alle altre mamme ho organizzato un laboratorio di cucito per realizzare una piccola borsa. È stato divertente e le bambine e le mamme hanno apprezzato. Insomma qualcosa di diverso.

Come e quando nasce CreativeMamy? È aperta solo alle mamme o c’è qualche papà infiltrato?
Creativemamy nasce circa 3 anni e mezzo fa. Allora ero ancora un avvocato, con il mio studio e la mia vita professionale. Meditavo da un po’ “di cambiare”. L’arrivo di mia figlia da tempo mi aveva fatto cambiare le mie priorità ed il mio modo di vedere le cose. Mi capitavano casi davvero drammatici che mal si conciliavano con il mio ruolo di mamma. Quindi pensavo a qualcosa che potesse aiutare tutte quelle mamme e donne, che per i motivi più disparati, non trovavano lavoro.

Insomma apro un mio profilo su FB, con tutti i timori del caso, e apro la pagina creativemamy. Si apre un mondo fatto di talento, passioni, creatività chiusa nelle mura domestiche, che attraverso i social traggono visibilità. Comincio a pubblicare post, ad interessarmi del settore, e continuando a sorprendermi di quanto talento vero talento esista e nessuno conosce, decido di sviluppare un progetto, proprio creativemamy, al quale mi dedico ormai negli ultimi anni a tempo pieno.

Creativemamy è un progetto di valorizzazione del talento femminile, mamme e donne. I papà rappresentano solo il 4% dei fans: il 4% di 1 milione è 400 mila persone però.

La community è aperta solo al pubblico italiano?
È una community internazionale. Le fans italiane sono circa 400.000 le altre sparse nel mondo. Proprio per questo motivo abbiamo ricevuto inviti a partecipare a saloni stranieri come Pour l’amour du fil a Nantes, e siamo in tour con i saloni CREATIVA. Abbiamo partecipato a Creativa Rouen, saremo a Barcellona, Metz e Bruxelles.

La passione di alcune mamme potrebbe trasformarsi in un lavoro vero e proprio?
Assolutamente si. Tantissime mamme lavorano a casa e vendono i loro prodotti attraverso i social, Marketplace dedicati, mercatini, ecc.

Come nasce il sodalizio con Abilmente?
Creativemamy è stata scoperta dall’Arch Lea di Muzio, direttrice creativa di Abilmente. Donna eclettica e che vede lontano. In noi ha visto delle potenzialità e crediamo di non averla delusa. Grazie alle nostre partecipazioni ad Abilmente, la nostra piattaforma ha preso sempre più piede, con servizi televisivi (RAI2), e tanto altro.

Ci puoi raccontare i primi successi della community?
I primi successi proprio la partecipazione ad Abilmente. Da lì si è aperto un mondo, inviti ad eventi e saloni, anche internazionali. In questa edizione autunnale di Vicenza creativemamy ha presentato il suo primo libro. Ho selezionato le prime 4 creativemamy e devo dire che sta avendo innumerevoli riscontri positivi.

Prossimi progetti? Obiettivi?
Sto pianificando il 2017 ed anche il 2018. Ho un super progetto nel cuore ma quello è top secret per adesso. Incrociamo le dita. Obiettivi, siamo già la più grande community al mondo di mamme e donne creative, ma vorrei che questo progetto prendesse maggiore fisicità.

Monica Monnis

foto: LaPresse Massimo Paolone