Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Itinerari > In Sardegna in autunno

In Sardegna in autunno

La Sardegna è una delle mete preferite da molti vacanzieri estivi, che frequentano l’isola soprattutto per le sue spiagge e per godere dello splendido mare.

Non tutti sanno che la Sardegna è perfetta anche in autunno (ma l’inverno ha tanto da offrire per i più temerari), proprio grazie al fatto che il clima è ancora mite e la grande folla dei turisti non più presente.

Come andare in Sardegna in autunno

Una delle più grandi isole del mediterraneo è fortunatamente molto ben collegata alla terra ferma. Ciò che spesso impedisce di raggiungerla in aereo è la possibilità di noleggiare un’automobile, che non sempre è disponibile ovunque, o anche considerando il fatto che il costo di questa operazione è significativo. Per questo motivo uno dei modi migliori per andare in Sardegna è il traghetto. Del resto utilizzando questo mezzo di trasporto in autunno o in inverno si possono spuntare prezzi decisamente interessanti, in genere ben inferiori rispetto a quelli delle tratte estive. Per altro sono molteplici i punti di partenza dall’Italia, tra cui il porto di Piombino, di Genova e di Napoli sono in genere quelli più sfruttati. Comunque si può partire anche da Palermo, da Napoli e da qualche porto sulla costa francese e spagnola. Il viaggio non è lunghissimo e oggi sono disponibili traghetti che possiedono tutte le comodità. Partendo verso sera si approfitta della traversata notturna per non perdere neppure un’ora di vacanza.

Mare, monti e boschi

Cosa fare in Sardegna in autunno è solo questione di gusti e preferenze. Chi ama il mare e la spiaggia sarà felice di sapere che per buona parte dell’autunno le spiagge sarde sono perfettamente frequentabili, qualche temerario si avventura in un bagno in mare anche in novembre. Il vantaggio rispetto all’estate sta in un clima decisamente più piacevole e nella possibilità div edere le spiagge più belle praticamente senza turisti. Sono poi disponibili attività di vario genere, come ad esempio le passeggiate nell’entroterra, per scoprire le zone archeologiche dell’isola, o anche semplicemente per godere di una natura aspra, che ha però tanto da donare all’uomo. Tra le cose più interessanti da fare in Sardegna ricordiamo i tour gastronomici, favoriti da un clima che stimola maggiormente la fame, soprattutto per quanto riguarda i piatti più ricchi, come il tradizionale porceddu allo spiedo o i funghi fritti. Quando il clima diviene meno mite e il vento forte spazza l’isola ci si può sempre rintanare in un museo a conoscere qualcosa di più sulle città sarde, o anche dedicare allo shopping.

Cosa fare in Sardegna

Anche se sono tantissime le fiere e le sagre che si tengono in estate, quando l’isola è popolata da tantissimi turisti, in effetti la Sardegna offre moltissimo anche al viaggiatore autunnale ed invernale. Per trovare ulteriori informazioni turistiche sulla Sardegna basta partire dai propri interessi personali, dalla tradizione enogastronomica alla storia, dalle gite in barca agli sport all’aria aperta, tutto dipende da cosa si vuole fare. Per il resto l’isola offre moltissime possibilità, per altro con prezzi molto inferiori rispetto a quelli estivi.