Luxgallery > Arte e cultura > Mostre e Gallerie > Henri Cartier-Bresson (1908-2004): la mostra a Monza, in Villa Reale

Henri Cartier-Bresson (1908-2004): la mostra a Monza, in Villa Reale

Henri Cartier-Bresson (1908-2004) : la mostra dedicata al genio della fotografia a Monza

henri-cartier-bresson

A Monza, nella splendida cornice della Villa Reale, va in scena Henri Cartier-Bresson (1908-2004); una personale dedicata al fotografo per eccellenza del Novecento. Curata da Denis Curti la mostra racconta la parabola del Maestro attraverso suoi 140 scatti.

Per me, la macchina fotografica è come un block notes, uno strumento a supporto dell’intuito e della spontaneità, il padrone del momento che, in termini visivi, domanda e decide nello stesso tempo. Per “dare un senso” al mondo, bisogna sentirsi coinvolti in ciò che si inquadra nel mirino. Tale atteggiamento richiede concentrazione, disciplina mentale, sensibilità e un senso della geometria. Solo tramite un utilizzo minimale dei mezzi si può arrivare alla semplicità di espressione” questo l’approccio che raccontava Cartier – Bresson alla fotografia.

Pulito, ficcante, rigoroso e pungente. Non si è mai dato arie da artista, ha piuttosto scelto come panni più calzanti quelli del reporter, del testimone del suo tempo: “Fotografare è trattenere il respiro quando tutte le nostre facoltà di percezione convergono davanti alla realtà che fugge. In quell’istante, la cattura dell’immagine si rivela un grande piacere fisico e intellettuale.”