Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Itinerari > Heidi, la sua casa esiste davvero e si trova in Svizzera: ecco come visitarla

Heidi, la sua casa esiste davvero e si trova in Svizzera: ecco come visitarla

Se avete amato il cartone animato o il romanzo non potete assolutamente perdere l'occasione di visitare la baita di Heidi, la celebre pastorella, amata da grandi e piccini.

C’è un posto tra i verdi pascoli della Svizzera visitato da milioni di turisti. Una piccola baita da anni, diventata luogo di pellegrinaggio per i bambini di oggi e quelli di ieri. Si tratta della casa di Heidi, una dimora uguale in tutto e per tutto a quella del famoso anime, la serie co-prodotta nel 1974 dallo studio di animazione giapponese Zuiyo Eizo (da cui più tardi nacque la Nippon Animation) e dalla tedesca Taurus Film, diretta da Isao Takahata e disegnata da Hayao Miyazaki. Vi è venuta voglia di andarci? Si trova in Svizzera, a MaienfeldCantone dei Grigioni, vicino al confine con l’Austria e il Lichtenstein. È una baita in pietra, con tanto di interni in legno e tetto spiovente. Immersa nel verde dei pascoli, la casa gode di pini sullo sfondo e persino della panca all’ingresso, identici a quelli presenti nel cartone animato di Heidi e non molto distante da quella descritta nel romanzo scritto da Johanna Spyri e pubblicato nel 1880, tradotto in oltre 40 lingue con oltre 20 milioni di copie. Un successo planetario. La vicenda della piccola Heidi, molto commovente, è nota a molti di noi e ha ispirato diverse pellicole. Del resto chi non è rimasto colpito dalla storia della bambina di cinque anni orfana, allevata con profondo amore dal nonno sulle montagne svizzere, proprio vicino a Maienfeld? E soprattutto chi non ha pianto guardando la piccolina trascinata via dalla sua unica zia a Francoforte e vederla piangere di nostalgia? Perché se c’è una cosa che Heidi ci ha insegnato è questa: l’amore conta più di ogni altra cosa e di malinconia ci si può ammalare.

La città di Maienfeld ha dedicato un vero e proprio parco a tema a Heidi, noto come Heididorf, il Villaggio di Heidi appunto. Inutile dire che tale idea ha attirato turisti da tutto il mondo. A Maienfeld è possibile davvero rivivere con una passeggiata la storia di Heidi: dalla stazione di Maienfeld, si passa poi ai vicoli stretti dell’antica cittadina in direzione di Rofels per arrivare proprio al villaggio della pastorella (Heididorf). Il sentiero è ben segnalato, adatto anche per essere attraversato col passeggino o tenendo per mano i bambini.

Nel Villaggio di Heidi si potrà visitare il Museo Johanna Spyri, il luogo in cui sono raccolti i pannelli che illustrano la storia della pastorella e anche gli accessori originali di scena usati nell’ultimo film Heidi, quello del 2015, trasmesso qualche giorno fa su Raiuno, e la filmografia completa dedicata alla piccola orfana. Nel villaggio di Heidi inizia pure la parte del sentiero più difficoltosa, che in un’ora e quarantacinque minuti porta all’Alpe di Heidi (l’Ochsenberg). In dodici punti informativi viene narrata in modo divertente la vicenda della dolce Heidi. Chi non volesse intraprendere tale percorso può percorrere la strada che porta all’Hotel Ristorante Heidihof. Dopo aver mangiato, potrete proseguire fino alla fonte di Heidi. Sempre nei paraggi c’è il negozio dove poter acquistare i souvenir di Heidi originali. Beh, un modo carino per conservare un ricordo di una visita che vi lascerà senza parole, non credete? Per avere altre informazioni potete visitare il sito ufficiale di Heididorf Maienfeld.