15 gennaio 2016

Guida Michelin 2016: ristoranti stellati in Lombardia

2 Tre stelle, 6 Due stelle e 50 Una stella

Seta ristorante by Antonio Guida – Guida Michelin 2016

Gastro-appassionati avete già acquistato la Guida Michelin 2016?
Presentata qualche settimana fa, la 61esima edizione della guida ristoranti più importante d’Italia ha riservato, come di consueto, grandi sorprese.

E’ la Lombardia a essere la regione più Stellata d’Italia, con 2, degli 8 3 Stelle Michelin d’Italia, 6 2 Stelle e 50 1 Stella per un totale di 58 ristoranti di lusso davvero da non perdere.

Se per i critici Michelin i migliori ristoranti in Lombardia rimangono sempre Da Vittorio a Brusaporto e Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio, ai quali sono state confermate le ambitissime 3 Stelle, così come sono state confermate tutte 6 le 2 Stelle lombarde, è nel panorama del monostellati che la Guida Michelin 2016 riserva le più grandi sorprese.

Per 4 ristoranti che perdono la Stella 4 la conquistano.
Partiamo con l’unico non a Milano. Prende la stella il ristorante Acquerello, capitanato dallo Chef Silvio Samoiraghi, a Fagnano Olona in provincia di Varese. A Milano invece sono tre le new entry Seta by Antonio Guida, all’interno del Mandarin Oriental, Tukuyoshi di YoJi Tokuyoshi e Armani Ristorante, con lo chef Filippo Gozzoli.

Nel capoluogo meneghino perdono la stella il Trussardi alla Scala e il Pont de Ferr, entrambi non hanno resistito al cambio Chef.
Rispetto all’edizione del 2015 mancano sulla Rossa anche Al Vigneto di Grumello Del Monte in provincia di Bergamo e Gimmy’s all’Aprica SO.

Primato insomma a Milano, seconda solo a Napoli, eletta la provincia più stellata d’Italia.
Il capoluogo lombardo, forse sulla scia di Expo 2015, chiude con 3 2 Stelle e 11 ristoranti 1 Stella, di cui 3 novità, a cui si aggiunge il D’O di Davide Oldani a Cornaredo, poco fuori dalla città.

La Locanda del Notaio di Pellio D’Intelvi (CO), uno dei ristoranti preferiti da George Clooney quando è in vacanza nella sua casa sul Lago di Como, mantiene la Stella sulla Guida Michelin 2016, nonostante il cambio di Chef. A guidare la brigata c’è ora Edoardo Fumagalli.

Vediamo ora l’elenco di tutti i ristoranti stellati della Lombardia presenti sulla Guida Michelin 2016:
3 Stelle Michelin 2016
Da Vittorio – Brusaporto BG
Dal Pescatore – Canneto Sull’Oglio

2 Stelle Michelin 2016
Miramonti l’Altro – Concesio BS
Villa Feltrinelli – Gargnano BS
Devero Ristorante – Cavenago Di Brianza MB
Cracco – Milano
Il Luogo di Aimo e Nadia – Milano
Sadler – Milano

1 Stella Michelin 2016
Frosio – Alme’ BG
Antica Osteria dei Camelì – Ambivere BG
Il Saraceno – Cavernago BG
A’anteprima – Chiuduno BG
LoRo – Trescore Balneario BG
San Martino – Treviglio BG
Osteria della Brughiera – Villa D’alme’ BG
Gambero – Calvisano BS
Da Nadia – Castrezzato BS
Due Colombe – Corte Franca / Borgonato BS
Esplanade – Desenzano Del Garda BS
Lido 84 – Gardone Riviera / Fasano BS
La Tortuga – Gargnano BS
Capriccio – Manerba Del Garda BS
Leon d’Oro – Pralboino BS
La Rucola – Sirmione BS
Il Cantuccio – Albavilla CO
Mistral – Bellagio CO
Da Candida – Campione D’italia CO
I Tigli in Theoria – Como CO
La Locanda del Notaio – Pellio D’intelvi CO
Dac a trà – Castello Di Brianza LC
Al Porticciolo 84 – Lecco LC
Pierino Penati – Vigano’ LC
Pomiroeu – Seregno MB
D’O – Cornaredo MI
Alice-Eataly Milano Smeraldo – Milano
Armani – Milano
Berton – Milano
Innocenti Evasioni – Milano
Iyo – Milano
Joia – Milani
Seta – Milano
Tano Passami l’Olio – Milano
Tokuyoshi – Milano
Unico – Milano
Vun – Milano
Aquila Nigra – Mantova MN
Ambasciata – Quistello MN
Locanda Vecchia Pavia “Al Mulino” – Certosa Di Pavia PV
I Castagni – Vigevano PV
Chalet Mattias – Livigno SO
Il Cantinone e Sport Hotel Alpina – Madesimo SO
La Présef – Mantello SO
Lanterna Verde – Villa Di Chiavenna SO
Umami – Bormio SO
Acquerello – Fagnano Olona VA
Ilario Vinciguerra – Gallarate VA
Ma.Ri.Na. – Olgiate Olona VA
Il Sole di Ranco – Ranco VA

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.