16 febbraio 2016

Grammy 2016, vincitori e red carpet

Tutte le foto più belle nella gallery

Ed Sheeran e Taylor Swift ai Grammy 2016

Sam Smith passa il testimone a Ed Sheeran alla 58esima edizione dei Grammy Awards, gli Oscar della musica che si sono tenuti ieri sera allo Staples Center di Los Angeles.

Il cantante britannico di “Thinking Out Loud” ha vinto il grammofono d’oro per Song Of The Year e Best Pop Solo Performance. L’artista 24enne ha festeggiato i suoi primi Grammy ringraziando i genitori con un discorso emozionato e pieno di riconoscenza.

Ed Sheeran, premiato da Stevie Wonder, è stato raggiunto sul palco da altre star internazionali, tra cui la sua grande amica e fan Taylor Swift e il rapper californiano Kendrick Lamar, vincitori rispettivamente dei premi Album of the Year, Best Pop Vocal Album con “1989”, e Best Rap Album con “To Pimp a Butterfly”, mentre hanno condiviso la statuetta Best Music Video con il duetto “Bad Blood”.

Taylor Swift si è anche tolta un sassolino dalla scarpa attaccando in diretta Kanye West: “Come prima donna ad avere vinto l’album dell’anno per due volte, ho un messaggio per tutte le giovani. Ci sarà gente che vorrà appropriarsi del vostro successo, ostacolarvi, minare il vostro successo o prendersi il merito delle vostre conquiste. Concentratevi sul lavoro, non lasciate vincere questa gente. Un giorno, quando sarete arrivate dove volete, vi guarderete intorno e vedrete che le persone che contano sono le altre”. Una chiara frecciata al rapper, che ha scritto nel brano Famous “sento che io e Taylor potremmo ancora fare sesso. Ho reso quella prostituta famosa”.

Trionfatori della serata anche Mark Ronson e Bruno Mars, reduci dalla spettacolare performance all’Half Time Show del 50esimo Super Bowl, che hanno portato a casa il titolo di Record of the Year e Best Pop Duo / Group Performance con la hit “Uptown Funk”.

In assenza di Rihanna, costretta a dare forfait all’ultimo per un’infiammazione alle corde vocali, lo scettro di regine dei Grammy 2016 spetta a Lady Gaga e Adele.
Miss Germanotta ha dedicato la sua toccante performance live al grande David Bowie scomparso il 10 gennaio all’età di 69 anni. Adele, elegante e in gran forma, si è esibita sul palco dei Grammy Awards con l’impegnativo brano “All I ask” tratto dal suo ultimo album 25, ma alcuni problemi tecnici all’impianto audio e al microfono hanno compromesso la sua performance. Caldissimo comunque l’applauso dei colleghi cantanti in sala.

Sul red carpet dello Staples Center non sono mancate la tradizionali sfilate di stile.

Taylor Swift ha catalizzato il pubblico sia con il suo discorso al vetriolo sia con lo splendido abito Atelier Versace con top arancione e gonna lunga fucsia. La Maison della Medusa ha vestito per la soirée anche Bruno Mars, Miguel e Alessandra Ambrosio.

Altro brand made in Italy che ha brillato ai Grammy 2016 è Emporio Armani, scelto da Matt Bellamy dei Muse per ritirare il grammofono d’oro per Best Rock Album con “Drones”.

Stile italiano anche per Florence Welch e John Legend che hanno indossato creazioni Gucci: la cantautrice inglese ha sfoggiato un abito lungo in seta rosa con ruches sullo scollo, cintura in paillettes trompe l’oeil e dettagli ricamati, sandali a tacco alto con plateau in pelle cipria, mentre l’artista americano ha scelto una giacca in seta jacquard a due bottoni con dettagli oro, camicia nera, papillon in raso nero, pantaloni in lana nera e scarpe allacciate in vernice nera della Collezione Cruise 2016.

A brillare nella notte della musica anche Adele in Givenchy, Lady Gaga in Marc Jacobs, Zendaya in Dsquared2, Selena Gomez in Calvin Klein mentre Gwen Stefani ha impreziosito la sua mise con gioielli Swarovsky.

Grammofono d'oro Grammy 2016

Questo l’elenco dei vincitori dei Grammy 2016:
Song of the Year: Ed Sheeran, Thinking Out Loud
Record of the Year: Mark Ronson feat. Bruno Mars, Uptown Funk
Album of the Year: Taylor Swift, 1989
Best New Artist: Meghan Trainor
Best Rock Performance: Alabama Shakes, Don’t Wanna Fight
Best Musical Theater Album: Hamilton
Best Country Album: Chris Stapleton, Traveller
Best Rap Album: Kendrick Lamar, To Pimp a Butterfly
Best Pop Duo/Group Performance: Mark Ronson feat. Bruno Mars, Uptown Funk
Best Rap/Sung Collaboration: Kendrick Lamar feat. Bilal, Anna Wise & Thundercat, These Walls
Best Traditional Pop Vocal Album: Tony Bennett & Bill Charlap, The Silver Lining: The Songs of Jerome Kern
Best Pop Solo Performance: Ed Sheeran, Thinking Out Loud
Best Rap Song: Kendrick Lamar, Alright
Best Alternative Music Album: Alabama Shakes, Sound & Color
Best Rock Album: Muse, Drones
Best Rap Performance: Kendrick Lamar, Alright
Best Rock Song: Alabama Shakes, Don’t Wanna Fight
Best R&B Album: D’Angelo and the Vanguard, Black Messiah
Best Urban Contemporary Album: The Weeknd, Beauty Behind the Madness
Best R&B Performance: The Weeknd, Earned It (Fifty Shades of Grey)
Best R&B Song: D’Angelo and The Vanguard, Really Love
Best Traditional R&B Performance: Lalah Hathaway, Little Ghetto Boy
Best Dance/Electronic Album: Skrillex and Diplo, Skrillex and Diplo Present Jack Ü
Best Dance Recording: Skrillex and Diplo With Justin Bieber, Where Are Ü Now
Best Music Video: Taylor Swift feat. Kendrick Lamar, Bad Blood

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.