2 ottobre 2015

Gli occhiali di Pinko by Italia Independent

Presentata alla Milano Fashion Week The Pinko Invasion

The Pinko Invasion, primavera estate 2016

In occasione della terza giornata di Milano Fashion Week, lo scorso venerdì, la boutique Pinko di via Montenapoleone 26 ha ospitato un party dedicato a The Pinko Invasion, la linea di occhiali da sole ideata e sviluppata dal brand in collaborazione con Italia Independent.

A completamento del total look della collezione Pinko primavera estate 2016,  The Pinko Invasion è si compone di 4 modelli. Ognuno declinato in 12 varianti colore riassume i concetti di tradizione e innovazione, ricerca e bellezza, stile e tecnologia che da sempre contraddistinguono sia il brand capitanato da Pietro Negra sia Italia Independent.The Pinko Invasion, primavera estate 2016 - Lapo Elkann e Alena Seredova

Completamente made in Italy, la collezione Pinko by I-I  sarà in vendita a partire da dicembre 2015 in selezionate boutique del brand d’abbigliamento e nei negozi che vendono gli occhiali ideati da Lapo Elkann, oltre che sulle due piattaforme e-commerce dei due marchi.

“Collaborare col team stilistico di Pinko è stata un’avventura stimolante”  ha commentato Lapo Elkann co-fondatore e presidente di Italia Independent in occasione del party a cui hanno partecipato tante celebrità.

Il modello icona della collezione Pinko by I-I è in acetato di cellulosa, unisce animalier e colori Pop e ha il doppio ponte di metallo, un  tocco di stile per chi la prossima estate 2015 vorrà stupire con un look all’ultima tendenza.

The Pinko Invasion, primavera estate 2016

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.