Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Itinerari > Il Giardino dei Tarocchi a Capalbio: come arrivare, orari, biglietti, tutte le info

Il Giardino dei Tarocchi a Capalbio: come arrivare, orari, biglietti, tutte le info

Nato nel 1979 per volontà di Niki de Saint Phalle, il Parco dei Tarocchi è oggi una delle mete più visitate dagli Italiani e non solo. Situato al confine tra Lazio e Toscana, in località Garavicchio, nei pressi di Pescia Fiorentina, frazione comunale di Capalbio, il Parco dei Tarocchi è un'attrazione meravigliosa che accontenta grandi e piccini.

Dopo una visita al Parque Guell di Guadì a Barcellona, l’artista francese Niki de Saint Phalle pensò bene di riprodurre in Italia qualcosa di simile. Da quest’idea embrionale nasce il Parco dei Tarocchi, situato a Capalbio. Avvolto in un’atmosfera onirica, esso consta di 22 enormi statue fatte di cemento e acciaio, ma ricoperte di altri materiali come il vetro e la ceramica. D’impatto fortemente visivo i colori, toni accessi e i tanti specchi incastonati nelle varie opere. Per realizzare il progetto, a cui hanno preso parte tantissimi artisti, tra cui Alan Davie e Isabelle Le Jeune, ci sono voluti ben 17 anni di lavori. Il 15 maggio 1998 il parco viene aperto al pubblico e in breve tempo diviene emblema di mistero, magia, esoterismo, ma anche esempio perfetto di coesistenza di tradizione e contemporaneità. Il Giardino dei Tarocchi consente ai visitatori di camminare in qualsivoglia punto, per vivere e toccare concretamente l’arte e i suoi tesori. Forse per questo percorso, svincolato da particolari restrizioni, esso piace tanto anche ai bambini. Due ettari l’estensione del Parco dei Tarocchi, che tra le sue attrazioni principali vanta: la Ruota della Fortuna, realizzata da Jean Tiguely; il Mago, gli Innamorati, l’Imperatrice e il Sole. La visita al parco dura circa una 50 di minuti. Il Giardino è aperto dal 1 aprile al 15 ottobre dalle 14,30 alle 19,30 ed è visitabile senza prenotazione anticipata (biglietto intero 10, 50 euro). Da novembre a marzo l’apertura è prevista il primo sabato di ogni mese, dalle 9 alle ore 13. Soltanto in questo periodo l’ingresso è gratuito. I bambini sotto i 7 anni, a prescindere, entrano gratis.

Il parco è situato a metà tra Lazio e Toscana, a pochi metri dalla statale Aurelia. Per raggiungerlo l’uscita migliore sulla SS1  è quella di Chiarone. Le indicazioni stradali rendono semplicissimo il tragitto. Per soggiornare le opzioni sono diverse: se i vostri bambini, ad esempio, sono amanti della storia, potrete scegliere l’Agriturismo di Catabbiaccio, oppure per vivere un week end all’insegna del relax potrete optare per il Residence delle Terme di Sorano, a pochi chilometri dal Giardino dei Tarocchi. Per ulteriori info sul parco potete consultare il sito ufficiale.