Luxgallery > People & Brand > Personaggi del Lusso > Gianni Versace celebrato a Berlino

Gianni Versace celebrato a Berlino

Nel 2017 in programma una mostra dedicata allo stilista

Gianni-Versace-Berlino_01

Nel 2017 saranno passati 20 anni dalla morte di Gianni Versace.
Assassinato il 15 luglio 1997, sugli scalini della propria abitazione a Miami Beach, a distanza di quasi due decadi il talento dello stilista italiano rimane indiscusso.

Nelle scorse settimane a Berlino è stata allestita una mostra con 50 capi firmati da Gianni Versace e provenienti da una collezione privata. Ad ospitare questa speciale esposizione, affiancata anche da due sfilate, “das Schloss” un importante centro commerciale della capitale tedesca.
Ma questo non è che stato un assaggio.
Proprio a Berlino infatti, in occasione del ventennale della morte di Gianni Versace, potrebbe prendere il via un progetto più ampio dedicato al talentuoso stilista.

Sabina Albano curatrice dell’evento di “das Schloss” ha infatti sottolineato come i capi arrivati a Berlino siano un tassello di storia della moda italiana.
“Si tratta di un viaggio appassionante, perché stiamo portando in giro per il mondo uno dei fondatori del made in Italy, – ha spiegato Sabina Albano citando fra le prossime tappe Monte Carlo e la Polonia. – I capi di Versace sono tutti lavorati a mano, come si faceva all’epoca, negli anni ’80. Oggi nel prêt-à-porter di lusso non si produce più così”.

La curatrice napoletana ha poi continuato: “Versace prende a piene mani dal barocco, di cui ha fatto esperienza soprattutto nel sud, e a Napoli in particolare. La gonna di Versace è una tela quasi un quadro da indossare. Inoltre è stato proprio Versace il primo a concepire la passerella come evento in grado di lanciare una sorta di rockstar: la modella degli anni ottanta non è una donna asettica, come quelle a cui siamo abituate oggi”.

Gianni Versace sfilata Berlino