Luxgallery > People & Brand > Storie di Successo > Giallo Zafferano perde Sonia Peronaci

Giallo Zafferano perde Sonia Peronaci

La fondatrice lascia la community per "ritornare alle origini"

Sonia-Peronaci-giallo-zafferano

Se siamo abituati ai cambi di vertice della grandi aziende, anche epocali, e ai divorzi fashion tra direttori creativi e maison del lusso, l’ultimo in termini temporali è quello tra Raf Simon e Dior, la notizia che Sonia Peronaci, volto di punta e fondatrice del sito, ha lasciato Giallo Zafferano ha creato non pochi scompensi tra il popolo del web.

Dopo 9 anni di grandi successi, che hanno portato Giallo Zafferano ad essere considerato la Bibbia digitale per ricette e consigli gastronomici con 6 milioni di utenti unici al mese, Sonia Peronaci è pronta a lasciarsi questa avventura alle spalle.

“Quando questa notizia è uscita qualcuno mi ha chiesto se era uno scherzo degli amici di Lercio – ha scritto sulla sua pagina Facebook, che conta oltre 500000 followers, Sonia Peronaci continuando – Non è uno scherzo, lascio davvero Giallozafferano per iniziare nuove avventure e vincere nuove sfide, ma non preoccupatevi amici, sono sempre qui piena di idee e fra poco con un nuovo sito con nuove ricette e videoricette esclusive”.

Tra pochi giorni, alla fine di novembre 2016 in verità, sarà online il nuovo sito www.soniaperonaci.it. Non mancheranno di certo nuove ricette e video-tutorial ma ci sarà spazio anche per molto altro.
“Nessuna polemica, ci lasciamo benissimo — giura Sonia al Corriere della Sera. — La decisione di andarmene l’ho presa io: avevo voglia di tornare a fare quello che facevo all’inizio, cucinare in casa, seguendo le mie idee e il mio gusto…ho avuto il desiderio di tornare autonoma. E di dare più importanza alla mia persona”.

Se sappiamo dunque che i fan di Sonia Peronaci potranno presto riavere al loro eroina del web ancora disponibile entro la fine di novembre, la domanda che sorge spontanea però è che fine farà Giallo Zafferano senza di lei?.

In una nota ufficiale pubblicata da Banzai Media, la società che l’aveva acquisita in parte nel 2009 e che dal 2010 ne è proprietaria, si legge “Giallozafferano continuerà il percorso nel segmento della cucina, su tutti i mezzi, abbracciando una maggiore pluralità di voci e punti di vista. Fin dalle sue origini la scelta fatta dalla società e da Sonia Peronaci è stata quella di dare al sito un’impostazione corale a cui Sonia ha contribuito con un quarto delle circa tremila ricette presenti online”.

Alla community, insomma, l’ardua sentenza.

Giallo Zafferano