Luxgallery > Abitare > Arredi e Design > Fuorisalone 2016, party gratis in Piazza Affari

Fuorisalone 2016, party gratis in Piazza Affari

Appuntamento il 13 aprile al dito medio di Cattelan

fuoirsalone-2016-party-gratis
Vai allo speciale

Milano si prepara a diventare la capitale del design dal 12 al 17 aprile 2016.

Durante la settimana del Salone del Mobile la creatività toccherà alcune location chiave del capoluogo meneghino, posizionate tra via Tortona,, il quartiere di Porta Venezia, i cortili dell’Università Statale, Zona Sant’Ambrogio e la centralissima Brera.

Luxgallery vi segnalerà giorno per giorno gli eventi da non perdere durante la Milano Design Week.

Incominciate a segnarvi in agenda il mega party gratis che si terrà mercoledì 13 aprile dalle 21.00 alle 24.00 in Piazza Affari all’ombra del dito medio di Maurizio Cattelan.

L’anno scorso era stato allestito davanti a Palazzo Mezzanotte un grande autoscontro in stile luna park, mentre quest’anno la sede della Borsa italiana sarà il punto di arrivo del primo Design Pride di Milano organizzato da Seletti insieme ai brand Disaronno, Gufram, Pepsi, Radio Deejay e Toiletpaper.

La partenza della parata a base di  carri, musica e balli, è in programma alle ore 19.30 da Piazzale Cadorna (angolo via Minghetti).

Il dj set finale in Piazza Affari sarà allestito da Disaronno in occasione del lancio della nuova bottiglia-barattolo da collezione realizzata in 5mila pezzi in collaborazione con i celebri designer di Studio Job.

Numerosi anche i designer che sfileranno, tra cui: Amebe, Antonio Aricò, BBMDS, Valentina Carretta, Cristina Celestino, CTRLZAK, Umberto Dattola, Ilaria Innocenti, Emanuele Magini, Piano B, Marcantonio Raimondi Malerba, Elena Salmistraro, Studio Badini, Studio Nichetto, Giò Tirotto, Alessandro Zambelli, Zaven.

Stefano Seletti, art director del design brand: “Il design è democrazia, libertà, gioia, per questo vogliamo festeggiarlo con un PRIDE che coinvolga i designer, i brand, avvicinandoli ancor di più alle persone. La festa è aperta a tutti, giovani, anziani, bambini, insomma, a chiunque voglia festeggiare la libertà di poter sperimentare, di sviluppare le proprie idee, anche quando sembrano folli ai più: un inno alla diversità, all’indipendenza del pensiero, alla creatività”.

Design Pride

Vai allo speciale