Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Mete > Cultura > Frida Kahlo, Diego Rivera e l’arte messicana al Palazzo Albergati di Bologna

Frida Kahlo, Diego Rivera e l’arte messicana al Palazzo Albergati di Bologna

Mostre Bologna 2016, non solo Frida Kahlo: a Palazzo Albergati l'arte messicana del XX secolo

Frida-Kahlo-Bologna-Arte-Messicana

Tra le esposizioni più attese dell’inverno 2016, al Palazzo Albergati di Bologna apre una grande mostra dedicata all’arte messicana del XX secolo. Frida Kahlo, Diego Rivera, Rufino Tamayo ma anche María Izquierdo, David Alfaro Siqueiros e Ángel Zárraga: sono questi gli autori delle opere esposte a partire dal 19 novembre prossimo, lavori che fanno parte della celebre Collezione Gelman.

La Collezione Gelman nasce nel 1941 quando Jacques Gelman e Natasha Zahalkaha si sposano a Città del Messico, luogo in cui hanno modo di conoscere Diego Rivera ma anche Frida Kahlo. Oltre a commissionare loro numerose opere, i due sposi collezioneranno per tutto il resto della loro vita alcuni dei capolavori indiscussi dell’arte messicana del XX secolo e non solo.

I coniugi Gelman non mancarono infatti di collezionare anche alcune opere dei grandi autori europei, dipinti attualmente conservati al Metropolitan Museum di New York; il nucleo messicano, invece, rimase in patria ed è ora custodito alla Fundación Vergel. Saranno proprio queste ultime opere a formare il percorso espositivo della mostra allestita al Palazzo Albergati di Bologna. Tra i capolavori di Frida Kahlo saranno esposti anche alcuni dipinti entrati nell’immaginario comune: tra questi “Autoritratto con collana”, “L’abbraccio amorevole dell’universo” ma anche “La sposa che si spaventa vedendo la vita aperta”. La mostra che verrà allestita a Bologna avrà come fine ultimo quello di mettere in luce l’importanza della Collezione Gelman in quanto rappresenta una delle più ricche testimonianze della rinascita dell’arte messicana iniziata negli anni ’20 del Novecento.